Connect with us

Pubblicato

il

gambe 0003(Calciopress – Redazioneweb)  La partita in tempo reale. Inizia oggi in Russia la seconda fase di qualificazione del Campionato Europeo, ovvero la Fase Elite (QUI i sette gironi e il regolamento del torneo). La Nazionale Under 19 fa oggi il suo esordio scendendo in campo per affrontare l’Ucraina nella prima partita del suo girone. L’altra gara del Gruppo 7 è Russia-Turchia (ore 17). A Krasnodar il calcio d’inizio è fissato alle 14 (ora italiana).

QUI Italia. L’Italia si è aggiudicata l’ultima volta gli Europei di categoria dieci anni fa. E’ riuscita a qualificarsi alla Fase Elite con qualche fatica, a dispetto delle mancate vittorie contro Bielorussia e Belgio. I buoni risultati ottenuti nelle partite amichevoli giocate contro la Germania (1-0) e la Repubblica Ceca (4-0) sono però di buon auspicio per il tecnico azzurro Alberigo Evani: “Abbiamo qualità e personalità. I giocatori conoscono bene l’importanza dello spirito di gruppo. Vogliamo fare bene in Russia e raggiungere la fase finale. Pensiamo di potercela fare”.

Qui Ucraina. L’Ucraina non partecipa alle Fasi Finali dal 2009, quando si aggiudicò la competizione di fronte al proprio pubblico. Quest’anno ha faticato non poco ad entrare nella Fase Elite. Ha detto il tecnico Yuri Morozov: “Penso che la spiegazione di questi brutti risultati sia la testa. ono certo che ci faremo trovare pronti per le sfide decisive”.

La partita in tempo reale 

Giornata di pieno sole al Krasnodar Academy Stadion. Temperatura 29°. Terreno di gioco in ottime condizioni.

Italia-Ucraina 1-0 (0-0)

ITALIA: Cragno, Pedone (46′ Cinaglia), Rugani (cap), Nicolao, Benassi, Pasa, Ricci, Gatto, Palma (73′ Padovan), Insigne (56′ Di Francesco), Rozzi. A disposizione: Gollini, Moroni, Garritano. Allenatore: Alberigo Evani

UCRAINA: Sarnavskiy, Sobol, Shyshka, Svatok, Miroshnichenko, Yurchenko (cap), Gryn (79′ Blyznychenko), Myshnov (86′ Krapyniy), Gryshin, Pavlenko, Bezborodko (75′ Khoblenko). A disposizione: Bushcahn, Azatskiyi.  Allenatore: Yuri Morozov
Arbitro: Lechner (Austria)
Marcatori: 74′ Rozzi (I)
Ammoniti: Sobol (Ucraina), Rozzi (Italia), Pedone (Italia), Cinaglia (Italia), Ricci (Italia)
Recupero: 1′+4′

Primo tempo

1′ La partita è iniziata
2′ Ammonito Sobol (Ucraina)
12′ Conclusione di Yurchenko parata da Cragno
13′ Ammonito Rozzi (Italia)
20′ Ancora nessuna conclusione dell’Italia verso la porta ucraina
23′ Ammonito Pedone e secondo cartellino giallo per gli Azzurrini
28′ Piuttosto sterile finora la manovra offensiva dei ragazzi di Evani
30′ Grande occasione per Rozzi che non inquadra la porta di Sarnavskiy
39′ Pericolosa conclusione di Insigne alla quale si oppone Sarnavskiy
41′ Su corner di Ricci non riesce a trovare la porta Gatto
43′ Tiro di Palma che finisce di poco fuori
45’+1 L’arbitro fischia la fine del primo tempo

Secondo tempo

46′ Nell’Italia entra Cinaglia per Pedone
49′ Bella conclusione di Rozzi e salvataggio di Sarnavskiy
50′ Ammonito anche Cinaglia e siamo al terzo cartellino giallo per gli Azzurrini
56′ Entra Di Francesco per Insigne
62′ Grande intervento di Cragno su conclusione di Bezborodko
66′ Ancora una grande parata di Cragno su pericoloso tiro di Gryshin
73′ Terza sostituzione nell’Italia con Padovan che prende il posto di Palma
74′ GOL Segna Rozzi per l’Italia
75′ Nell’Ucraina Khoblenko al posto di Bezborodko
77′ Salvataggio di Cragno su azione del nuovo entrato Khoblenko
79′ Nell’Ucraina entra Blyznychenko per Gryn
80′ Bella conclusione di Padovan parata dal portiere ucraino
84′ Ammonito Ricci (quarto cartellino giallo per l’Italia)
86′ Tra le file ucraine entra Krapyniy per Myshnov
87′ Ancora un grande intervento di Cragno su Blyznychenko
90’+4 L’arbitro Lechner fischia la fine della partita

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 giorni fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato4 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi