Connect with us

Pubblicato

il

Gambe & Pallone 5E’ destinata a riaprirsi a breve termine la querelle stagionale sui ripescaggi. Basterà attendere che comincino ad affiorare le prime difficoltà all’iscrizione ai campionati professionistici, in particolare sul versante Lega Pro. In Prima e Seconda Divisione Nazionale cominciano a essere segnalati i primi scricchiolii.

Calciopress fa il punto sulle normative federali vigenti  in materia di ripescaggi  e riporta anche il regolamento emanato dalla LND per la graduatoria degli eventuali ripescaggi dalla Serie D alla Lega Pro (leggi QUI il costo economico dei ripescaggi in Prima e Seconda Divisione).

 Ripescaggi nei campionati professionistici (Norme federali per la stagione 2012-2013). Lo scorso anno, in occasione del Consiglio Federale del 22 giugno 2012, furono definiti i criteri per i ripescaggi nelle serie professionistiche relativi alla successiva stagione sportiva, ovvero quella 2012/2013 che si sta attualmente concludendo. La valutazione avvenne secondo un meccanismo che si atteneva ai seguenti criteri:

1. Classifica finale ultimo campionato (50%);
2. Tradizione sportiva della città (25%);;
3. Numero medio di spettatori dalla stagione 2006/2007 alla stagione 2010/2011.
Per tutti i dettagli si veda il link relativo al comunicato ufficiale FIGC n. 174/A.

Riescaggi nei campionati professionistici (Norme federali per la stagione 2013-2014). In merito ai ripescaggi il Consiglio Federale ha deciso che, in caso di vacanza di organico in sede di ammissione al campionato, il format sarà bloccato a 20 squadre per la serie B. Il format della Lega Pro sarà bloccato a un massimo di 69 squadre (33 in Prima Divisione e 36 in Seconda Divisione), in previsione dell’andata a regime della riforma che prevede dalla stagione 2014/2015 una Divisione unica con tre gironi da 20 squadre. La  normativa federale precisa che non potranno in ogni caso essere ripescate: a) società che hanno subito sanzioni per illecito sportivo e/o per violazione del divieto di scommesse, scontate nelle stagioni 2011/2012 e 2012/2013; b) società che, per le stesse ragioni, abbiano subìto al momento dei ripescaggi sanzioni da scontarsi nella stagione 2013/2014.

– Ripescaggi dalla Serie D alla Lega Pro attraverso i Play Off (Norme emanante dalla Lega Nazionale Dilettanti-LND). La graduatoria di merito per l’eventuale ripescaggio in Lega Pro stabilita dalla LND, che riguarda solo ed esclusivamente le società che prenderanno parte ai play-off 2012/2013, è la seguente:

1) Vincente finale;
2) Perdente finale;
3) Migliore semifinalista secondo il criterio del quoziente punti più alto rispetto alle gare disputate in campionato, in caso di parità migliore posizione in classifica nel girone, in caso di ulteriore parità migliore posizione nella Coppa Disciplina del campionato di Serie D;
4) Altra semifinalista;
5) Prima tra le squadre eliminate alla IV fase secondo il criterio del quoziente punti più alto rispetto alle gare disputate in campionato, in caso di parità migliore posizione in classifica nel girone; in caso di ulteriore parità migliore posizione nella Coppa Disciplina nel campionato di Serie D;
6) Seconda tra le 3 squadre eliminate alla IV fase secondo il criterio di cui sopra;
7) Terza tra le 3 squadre eliminate alla IV fase secondo il criterio di cui sopra ed a seguire tutte le altre squadre eliminate nella III, II e I fase con mini classifiche secondo i criteri sopra indicati.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 giorni fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato4 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi