Connect with us

Pubblicato

il

Mario Macalli 4(Calciopress – Sa. Mig.) Nella Lega Pro guidata dal presidente Mario Macalli (nella foto) si apre la stagione dei ripescaggi. Su molti club incombe il rischio della non iscrizione in Prima e Seconda Divisione. Una circostanza che tiene in ansia le tifoserie di mezza Italia e alimenta le speranze dell’altra metà interessata a subentrare.

Sono già numerose le società di terza e di quarta serie nazionale che iniziano a segnalare difficoltà contabili (“Ripescaggi in Lega Pro, dieci i posti disponibili?“). Potrebbe esserci dunque qualche problema per completare il format di 69 squadre previsto per la stagione 2013-2014 stagione che prelude alla riforma con il passaggio alla categoria unica (60 società iscritte suddivise in tre gironi).

Le norme che regolano le graduatorie dei ripescaggi in Lega Pro sono piuttosto chiare. Calciopress le ha sintetizzate in un precedente articolo (“Rebus ripescaggi, normative e regolamenti”).

Il fatto è che per il ripescaggio in Seconda Divisione di Lega Pro occorre sottostare a una serie di passaggi economici davvero onerosi: a) occorre innanzitutto una fideiussione che ammonta in totale a 700 mila euro: una prima fideiussione di 300mila euro per la domanda di ripescaggio e una seconda di 400mila per iscriversi alla categoria; b) a questo importo vanno aggiunte la quota a fondo perduto di 100.000 euro richiesta per il ripescaggio e la quota di iscrizione alla categoria (25mila euro con assegno circolare non trasferibile + 11.000 euro per servizi).

La procedura di ripescaggio in quarta divisione nazionale viene dunque a costare 825.000 euro (oltre agli 11.000 richiesti per i servizi). Una somma astronomica in questi tempi di crisi.

Un fardello che potrebbe scoraggiare in partenza molte società che continuano a dichiararsi interessate, anche quelle armate sulla carta dalle migliori intenzioni. Soprattutto considerato che l’anno prossimo, in previsione della riforma, saranno condannate in 18 a retrocedere dalla Seconda Divisione e che  in Serie D iscriversi costa solo 50.000 euro (19.000 a mezzo assegno circolare non trasferibile + 31.000 di fideiussione) .

Sa. Mig. – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 giorni fa

Nazionale, Serie A e professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

L’estate è torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa....

Nazionale6 giorni fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 settimane fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Nazionale3 settimane fa

Passata la delusione Nazionale, è ora di tuffarsi nel campionato di Serie A femminile

☑️ La delusione dell’Europeo va in archivio. Così speriamo tutti. L’eliminazione nella fase a gironi della Nazionale di Milena Bertolini,...

Calciomercato3 settimane fa

Serie A Femminile: il Parma mostra i muscoli e si candida come la sorpresa?

Il Parma inizia come meglio non sarebbe stato possibile la stagione che, in serie A Femminile, segnerà l’esordio del professionismo....

Nazionale4 settimane fa

Il calcio femminile ha bisogno della Nazionale: sosteniamola senza se e senza ma

Il pareggio con l’Islanda, che avrebbe anche potuto diventare una vittoria, riapre il cuore dei tifosi alla speranza. Uso la...

Nazionale4 settimane fa

Il calcio femminile, la Nazionale e l’Islanda: una questione di passione e di rispetto

Stasera la Nazionale femminile guidata dalla ct Milena Bertolini è chiamata a un esame di riparazione, dopo la pesante sconfitta...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi