Connect with us

Pubblicato

il

Gambe spaccata(Calciopress – Redazioneweb) Stasera l’Italia Under 21 scenderà in campo nella semifinale contro l’Olanda (QUI il tabellone con risultati, marcatori e classifiche aggiornati in tempo reale + QUI le ultime sulle probabili formazioni). Diretta Tv su Rai1 a partire dalle 20.20.

Italia e Olanda, entrambe votate al gioco offensivo, si presentano cariche alla sfida che vale un posto in finale. Gli Azzurrini, forti del primo posto conquistato nel girone A. Gli olandesi, determinati a “vendicare” la pesante sconfitta subita contro la Spagna seppure in formazione largamente rimaneggiata. Sulla carta si preannuncia un match-spettacolo.

Il ct azzurro, Devis Mangia, prima della partenza per Israele aveva definito questa spedizione “un sogno”. Domani il sogno si trasformerà in realtà. “La soddisfazione è tanta – ammette il tecnico federale – non solo per i risultati, ma anche per il modo con cui siamo arrivati fin qui. Penso che questi ragazzi stiano rappresentando bene il calcio italiano, è una squadra propositiva che vuole sempre giocare la partita a viso aperto, questo è l’aspetto più importante. Sapevamo che avremmo trovato delle difficoltà e che questo girone non sarebbe stato semplice, ma i ragazzi sono stati bravi. Abbiamo detto di essere venuti qua per sognare, ancora adesso stiamo sognando e alla fine vedremo dove ci porterà questo sogno”.

I prossimi novanta minuti sono contro l’Olanda, una squadra che ha fatto delle scelte importanti, due scuole a confronto: “Ci sono parecchi ragazzi – sottolinea Mangia – che già fanno parte del giro della nazionale maggiore. E’ una squadra con giocatori di altissimo livello e di grande talento e ha ottime possibilità di vincere. Ma anche la mia Under è una squadra di qualità, con giocatori di altissimo livello, che hanno entusiasmo e tanta voglia di successo. A parte l’aspetto tattico, è importante che si ricordino sempre di vestire con onore la maglia dell’Italia in cui sono racchiusi non solo valori tecnici, ma anche valori morali. Vestire la maglia azzurra è un onore, lo ripeto sempre. Dico la verità, ho fatto poca fatica in questo senso con loro”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali5 giorni fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi