Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Pallone Ufficiale Nazionale(Calciopress – Redazioneweb) Oggi la Nazionale Under 21 di Devis Mangia giocherà a Gerusalemme (ore 18, diretta tv su Rai 1) la finalissima del Campionato Europeo con la Spagna (QUI le ultime sulle formazioni).

Una sfida che mette di fronte le due compagini più forti del torneo. Due squadre che possono contare su ottime individualità, senza mai però anteporre il valore dei singoli alla ricerca del gioco e alla coesione del gruppo.

Saranno presenti in tribuna il presidente della Uefa Michel Platini, il vicepresidente vicario del Coni Giorgio Scarso e il presidente della Figc Giancarlo Abete. Diverse agenzie di scommesse, intanto, hanno quotato la Spagna come favorita.

Dopo circa un anno, dunque, è ancora Italia-Spagna. A Kiev fu poker a favore degli iberici. Questa sera, nonostante pronostico e favori siano ancora tutti per la Spagna, gli Azzurrini di Mangia provano a vendicare la Nazionale di Prandelli.

Mangia & soci sono a caccia di quel titolo europeo, sarebbe il sesto, che manca in bacheca dal 2004. Fu l’anno del tris alla Serbia Montenegro (grazie ai gol di De Rossi, Bovo e Gilardino).

L’ultima vittoria dell’Under 21 contro la Spagna risale all’11 ottobre 2006, quando l’Italia vinse lo spareggio per accedere alla fase finale dell’Europeo 2007. E’ la terza finale fra le due squadre. 1 a 1 il conto, con entrambe le sfide, quelle nell’86, persa, e nel ’96, vinta, finite ai rigori.

Come detto la Spagna arriva in finale con i favori del pronostico: ha sempre vinto, ha segnato 8 gol non subendone nessuno (per l’Italia il conto è 7 a 1). L’Italia dalla sua ha le sue doti tradizionali, grinta, cuore e corsa. Almeno queste sono quelle che ha dimostrato contro un’Olanda oggettivamente superiore. In realtà durante le eliminatorie gli azzurrini di Mangia hanno messo in campo anche enormi doti di qualità e di tecnica, soprattutto con due dei suoi tre elementi più offensivi, Borini e Insigne.

Stando alle previsioni Mangia dovrebbe confermare la difesa che finora non ha mai sfigurato con Caldirola, il capitano, e Bianchetti centrali, Regini a sinistra e Donati a destra davanti al numero uno del Novara Bardi. Florenzi, Verratti, Insigne, Immobile e Borini paiono inamovibili. Resta un posto per il quarto di centrocampo. In vantaggio il bresciano Fausto Rossi che ha ben impressionato in semifinale.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film