Connect with us

Pubblicato

il

Pallone-ufficiale-Lega-PROIl Consiglio Federale del 21-11-2012, in merito alle misure da adottare nella fase di avvio e attuazione della riforma dei Campionati della Lega Pro e pur mantenendo l’assetto della disciplina degli anni passati, ha fissato alcuni ulteriori principi cardine ai quali dovrà ispirarsi – per il prossimo triennio – la normativa in materia di Licenze Nazionali e di controllo delle società delle società professionistiche partecipanti ai campionati della Lega Pro.

Requisiti economici, finanziari e infrastrutturali

Ai fini della iscrizione ai Campionati di competenza, le società della Lega Pro – restando ferme tutte le altre disposizioni che hanno regolato la materia nelle stagioni pregresse non incompatibili con i suddetti principi – dovranno:

– 1) aver assolto il pagamento degli emolumenti ai tesserati, ai dipendenti ai collaboratori addetti al settore sportivo, nonché le relative ritenute Irpef, contributi INPS (già ENPALS), Fondo Fine Carriera e Fondo di solidarietà, se costituito, fino al mese di maggio di ciascuna stagione sportiva. Il pagamento del mese di giugno deve avvenire entro il 16 agosto successivo;

– 2) aver assolto il debito IVA scaduto al 31 dicembre dell’anno precedente;

– 3) presentare un budget finanziario per il periodo 1 luglio-30 giugno, redatto su base trimestrale. Nel corso della stagione sportiva, il budget finanziario deve essere controllato alla scadenza di ogni trimestre, con copertura degli eventuali sconfinamenti entro i 30 giorni successivi all’accertamento (QUI tutti i particolari su scostamenti tra budget finanzario e penalizzazioni);

– 4) depositare fideiussione bancaria. Per la stagione 2013/2014, la fideiussione bancaria sarà di euro 400.000,00 per la II Divisione e di euro 600.000,00 per la I Divisione. Dalla stagione sportiva a Divisione unica, la fideiussione bancaria sarà dell’importo di euro 600.000,00.

– 5) disporre di un parametro PA pari almeno a 0,12 unità di patrimonio netto contabile per ogni unità di attivo patrimoniale per la stagione 2013/2014, a 0,15 per la stagione 2014/2015 e a 0,18 per la stagione 2015/2016.

– 6) effettuare gli adempimenti entro il 30 giugno.

– 7) disporre di stadi con una capienza di 1.500 spettatori per la II Divisione e di 3.000 spettatori per la I Divisione. Dalla stagione sportiva a Divisione unica, la capienza dovrà essere di 3.000 spettatori (QUI tutti i particolari sulle procedure federali per gli impianti).

Sa. Mig. – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi