Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Pallone-ufficiale-Lega-PROIl Consiglio Federale del 21-11-2012, in merito alle misure da adottare nella fase di avvio e attuazione della riforma dei Campionati della Lega Pro e pur mantenendo l’assetto della disciplina degli anni passati, ha fissato alcuni ulteriori principi cardine ai quali dovrà ispirarsi – per il prossimo triennio – la normativa in materia di Licenze Nazionali e di controllo delle società delle società professionistiche partecipanti ai campionati della Lega Pro.

Requisiti economici, finanziari e infrastrutturali

Ai fini della iscrizione ai Campionati di competenza, le società della Lega Pro – restando ferme tutte le altre disposizioni che hanno regolato la materia nelle stagioni pregresse non incompatibili con i suddetti principi – dovranno:

– 1) aver assolto il pagamento degli emolumenti ai tesserati, ai dipendenti ai collaboratori addetti al settore sportivo, nonché le relative ritenute Irpef, contributi INPS (già ENPALS), Fondo Fine Carriera e Fondo di solidarietà, se costituito, fino al mese di maggio di ciascuna stagione sportiva. Il pagamento del mese di giugno deve avvenire entro il 16 agosto successivo;

– 2) aver assolto il debito IVA scaduto al 31 dicembre dell’anno precedente;

– 3) presentare un budget finanziario per il periodo 1 luglio-30 giugno, redatto su base trimestrale. Nel corso della stagione sportiva, il budget finanziario deve essere controllato alla scadenza di ogni trimestre, con copertura degli eventuali sconfinamenti entro i 30 giorni successivi all’accertamento (QUI tutti i particolari su scostamenti tra budget finanzario e penalizzazioni);

– 4) depositare fideiussione bancaria. Per la stagione 2013/2014, la fideiussione bancaria sarà di euro 400.000,00 per la II Divisione e di euro 600.000,00 per la I Divisione. Dalla stagione sportiva a Divisione unica, la fideiussione bancaria sarà dell’importo di euro 600.000,00.

– 5) disporre di un parametro PA pari almeno a 0,12 unità di patrimonio netto contabile per ogni unità di attivo patrimoniale per la stagione 2013/2014, a 0,15 per la stagione 2014/2015 e a 0,18 per la stagione 2015/2016.

– 6) effettuare gli adempimenti entro il 30 giugno.

– 7) disporre di stadi con una capienza di 1.500 spettatori per la II Divisione e di 3.000 spettatori per la I Divisione. Dalla stagione sportiva a Divisione unica, la capienza dovrà essere di 3.000 spettatori (QUI tutti i particolari sulle procedure federali per gli impianti).

Sa. Mig. – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film