Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

gambe 3799QUI gli aggiornamenti al 18/07/2013Nel corso di una conferenza stampa che si è svolta sabato 13 luglio la dirigenza del Foggia, club iscritto al campionato di Serie D, ha affrontato anche la questione del ripescaggio in Seconda Divisione (“Ripescaggi in Lega Pro, tutte le istruzioni per l’uso”).

Come noto la Covisoc ha bocciato definitivamente due club e temporaneamente altri nove, che avranno tempo fino al 16 luglio per presentare ricorso e al 18 luglio per regolarizzare la documentazione carente. Una corsa contro il tempo che potrebbe risultare impossibile per alcune società, lasciando aperti dei buchi nel format di terza e quarta serie nazionale.

Come informa il sito web della società rossonera, il dg Bellisario Masi è stato chiaro sul punto: “E’ giusto cogliere l’opportunità di rientrare nel prossimo anno in Lega Pro con la riforma dei campionati. C´è la possibilità che la FIGC individui nel Foggia Calcio una squadra avente diritto al ripescaggio. Abbiamo annunciato l´impegno di investire 836.000 euro nel momento in cui gli imprenditori locali avessero manifestato un reale interesse per questa squadra. nell´ipotesi in cui saranno solo i soci attuali a versare questi soldi, senza alcuna certezza che ci sia il ripescaggio, non avremmo altre risorse economiche per gestire la società nel campionato di Seconda Divisione. Nessuno di noi ha mai detto di avere ingenti capitali per amministrare il Foggia. Aspettiamo che le istituzioni nei prossimi giorni possano aiutarci nel sensibilizzare, ancora una volta, la classe imprenditoriale.”

Il socio del Foggia Calcio, Ciro Amodeo, ha lanciato un appello agli imprenditori:”L scorsa estate siamo stati chiamati dall´amministrazione comunale e dai tifosi per salvare il Foggia. Abbiamo sostenuto dei sacrifici disputando un bel campionato, nonostante le difficoltà iniziali. In questi giorni abbiamo incontrato industriali e commercianti ma finora sono state solo chiacchiere. Auspichiamo che intervengano altri imprenditori per non lasciarci sfuggire la possibilità di salire in Seconda Divisione.”

Infine ha detto la sua il presidente Davide Pelusi:”Abbiamo pensato di chiedere ad ogni azienda una quota di partecipazione di 10.000 euro destinati alla fidejussione (verranno restituiti entro ottobre) e in più 5.000 euro (da versare a gennaio) come costo per lo sponsor. L´azienda potrà usufruire di 15.000 euro di pubblicità. E´ necessario il supporto di tutti affinchè il Foggia non possa lasciarsi scappare la chance del ripescaggio. Anche la risposta dei tifosi è stata molto rallentata. Inizialmente c´era tanto entusiasmo ma poi, con il passare dei giorni, è scemato. C´è la possibilità che anche i tifosi possano darci una mano sottoscrivendo un abbonamento in tribuna vip da 1.000 euro. Nel caso in cui non ci sia il ripescaggio, i 1.000 euro saranno restituiti ma il tifoso potrà sempre utilizzare l´abbonamento in segno di gratitudine”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film