Connect with us

Pubblicato

il

Palloni  Lega PRO_2012In Lega Pro, secondo un brutto andazzo che si replica ormai da molti (troppi) anni, anche la stagione 2013-2014 stenta a prendere il via per lo stato cronico di crisi in cui versano molti club.

La Covisoc aveva escluso in modo temporaneo 11  club dai campionati di Prima e Seconda Divisione. Il termine stabilito per l’inoltro dei ricorsi è scaduto ieri.  Entro domani, giovedì 18 luglio, sarà verificata la documentazione integrativa richiesta dagli organi di controllo federali e presentata dalle società che hanno fatto ricorso. Venerdì 19 luglio, infine, il Consiglio federale varerà il format dei campionati.

Al momento le società cancellate sono sette, una di Prima e sei di Seconda Divisione (QUI tutti i particolari). Il format scende perciò da 69 a 62 club iscritti. A questo punto si tratta di capire se nella prossima stagione potrà essere ripristinato, tenuto conto del ricorso a eventuali ripescaggi (QUI il punto sugli 8 ripescaggi disponibili).

A suo tempo il Consiglio Federale ha deciso che, in caso di vacanza di organico in sede di ammissione al campionato, il format della Prima e Seconda Divisione di Lega Pro sarà bloccato a un massimo di 69 squadre (33 in Prima Divisione e 36 in Seconda Divisione).

Nella stagione che precede il varo della riforma (ritorno alla serie C unica, con tre gironi da 20 squadre ciascuno) non sono previste retrocessioni in Prima Divisione. Per quanto riguarda i club iscritti alla Seconda Divisione, ci sarà invece una quantità massiccia di scivolamenti in Serie D (“Lega Pro, il percorso normativo per arrivare alla riforma”).

Il fatto è che, per accedere al ripescaggio, occorre sottostare a una serie di passaggi economici molto onerosi. L’argomento è stato oggetto di due articoli di Calciopress. Il primo inerente i costi generali per i ripescaggi (leggi QUI) e il secondo riferito in particolare a quelli per la Seconda Divisione (leggi QUI).

Tornando al format, non pesa solo l’onerosità delle procedure di ripescaggio. Un carico da novanta sulle scelte dei club è infatti rappresentato dalla tortuosità della riforma ideata dalla Lega di Firenze. In particolare, dalla decimazione dei club che si verificherà in Seconda Divisione (la metà dovrà fare mestamente ritorno in Serie D).

Bisognerà capire quante saranno le società davvero interessate a correre un rischio simile, alla luce del rosso di bilancio ormai diffuso a macchia d’olio. E’ vantaggioso farsi ripescare in quarta serie nazionale? Il gioco vale davvero la candela? La Lega arriverà ai nastri di partenza con un organico ridotto rispetto alle delibere della Figc?

Tutto ciò premesso, anche per non alimentare pericolose ambizioni che potrebbero costare molto care, sarebbe forse molto più lungimirante anticipare di un anno la riforma (“Anticipare la riforma in Lega Pro, opportunità o rischio?“).

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali7 giorni fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film