Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Pallone e guanti_____00001Il Consiglio federale ha ufficializzato il nuovo format della Lega Pro (“Lega Pro, la Figc ufficializza iscrizione 62 club“), anche se si profila un caso Sambenedettese che potrebbe riaprire i giochi (QUI tutti i particolari).

Per la stagione 2013-14 il format della Lega Pro è stato fissato in 69 squadre, in attesa di ridurle a 60 con la riforma che entrerà in vigore l’anno successivo. Il presidente della Figc, Giancarlo Abete, ha ricordato al termine dei lavori che ora “comincia l’iter per i ripescaggi”.

Il massimo dirigente federale ha precisato poi che ci sono “sette posti a disposizione in Seconda e uno in Prima (una squadra salirà dalla Seconda per rimpiazzare l’esclusione della Tritium, ndr)” e che “il 5 agosto ci sarà l’organico”.

Le domande vanno presentate entro il 29 luglio e prevedono pesanti adempimenti economici. Per accedere al ripescaggio, occorre infatti sottostare a una serie di passaggi molto onerosi. L’argomento è stato oggetto di due articoli di Calciopress. Il primo inerente i costi generali per i ripescaggi (leggi QUI) e il secondo riferito in particolare a quelli per la Seconda Divisione (leggi QUI).

Ripescaggio in Prima Divisione. In terza serie nazionale la squadra ripescata al posto della Tritium verrà scelta in base a una graduatoria (non ancora redatta) che tiene conto della classifica nell’ultima stagione, della tradizione e della  media spettatori. In corsa ci sono CarrareseCuneo Teramo (in ordine rigorosamente alfabetico).

Ripescaggi in Seconda Divisione. In quarta serie nazionale, per coprire i sette posti disponibili, vale l’alternanza tra club di Serie D e retrocesse nella scorsa stagione. Gavorrano e Aversa Normanna sarebbero le uniche due in corsa tra le retrocesse dello scorso anno. Per quanto riguarda le squadre provenienti dalla Serie D l’elenco è in progress. Pesa sulle decisioni dei club che provengono dalla LND l’entità dello sforzo finanziario necessario per completare la procedura. Si è già chiamato fuori il Pro Piacenza. Il Matera è escluso per ragioni disciplinari. Fuori causa parrebbero anche l’ Olginatese, l’Arezzo, la Torre Neapolis (ex Turris) e la Virtus Castefranco. Resterebbero dunque al momento in lizza Virtus Vecamp Verona (vincente dei Play Off di Serie D), Casertana (perdente dei Play Off di Serie D), Cosenza, Foggia Pistoiese.

Calcio caos tra pletora, riforme e mancanza di fantasia

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film