Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Insigne(Calciopress – Redazioneweb)  La partita dell’Olimpico è finita come il 28 febbraio 2001, quando, nell’ultimo precedente tra Italia e Argentina la nazionale sudamericana si impose 2-1 a Roma. Anche a far festa sono gli argentini, vittoriosi grazie alle reti di Higuain e Banega, che hanno reso inutile lo splendido gol realizzato nella ripresa da Lorenzo Insigne (nella foto).

Nell’amichevole organizzata per rendere omaggio al Pontificato di Papa Francesco, Italia e Argentina hanno offerto agli oltre 41mila spettatori dell’Olimpico uno spettacolo divertente, in una partita che soprattutto nella ripresa ha regalato diverse emozioni. Devastante nelle ripartenze e con grandi individualità nonostante l’assenza di Messi, la Nazionale di Sabella ha messo in difficoltà gli Azzurri, che sotto per 2-0 hanno saputo però reagire sfiorando nel finale la rete del pareggio.

La vera festa è stata però sugli spalti, con le tribune gremite e i tifosi azzurri e argentini mischiati tra loro. Tante famiglie, moltissimi bambini e grande correttezza a cominciare dal momento degli inni, in un’atmosfera che avrà fatto felice Papa Francesco, festeggiato anche con diversi striscioni. L’ulivo donato dal Santo Padre nell’udienza di ieri è stato piantato prima del match dai capitani delle due nazionali, Gigi Buffon e Javier Mascherano. Ancora tanti applausi per il Papa, poi al fischio d’inizio del tedesco Stark l’attenzione è stata tutta per i 22 giocatori in campo.

Tornato a casa Balotelli, Prandelli ha deciso di puntare in avanti su Osvaldo, supportato dal duo Giaccherini-Candreva. In mezzo al campo, con Marchisio e Montolivo, spazio dal primo minuto a Verratti, con De Rossi arretrato nel ruolo di centrale di difesa insieme a Chiellini e con Maggio e Antonelli laterali. Contro un’Argentina priva di Messi e con in campo tanti protagonisti del nostro campionato, da Higuain a Palacio, da Lamela a Biglia, gli Azzurri hanno sofferto in avvio le accelerazioni di Di Maria e Palacio e la Nazionale di Sabella ha trovato ampi spazi soprattutto a destra. Da un rilancio sbagliato di De Rossi è nata al 20’ la rete del vantaggio dell’Argentina, con Lamela lesto a servire Higuain, che con un destro secco ha battuto Buffon: 1-0 del neo attaccante del Napoli per l’esultanza dei tanti argentini presenti all’Olimpico.

Nella ripresa Prandelli ha mandato in campo Insigne, Aquilani e Florenzi al posto di Montolivo, Marchisio e Florenzi, ma è stato un altro neo entrato, Banega, a firmare al 4’ il 2-0 per l’Albiceleste: altra ripartenza micidiale e assist di Al 28’ arrivato il gioiello di Lorenzo Insigne: piatto destro a giro e pallone in fondo al sacco. Primo gol con la Nazionale Maggiore per il fantasista del Napoli, uno dei protagonisti dell’Under 21 targata Mangia all’ultimo Europeo.

L’impegno è stato massimo, il divertimento non è mancato. Ma a settembre con Bulgaria e Repubblica Ceca serviranno anche i tre punti per ipotecare la qualificazione al Mondiale.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film