Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Napoli________Tabellone Serie A Tim 1(Calciopress – Redazioneweb) Nell’anno del mondiale, che si giocherà in Brasile tra giugno e luglio del 2014, il calcio italiano ha fatto registrare l’arrivo record di calciatori stranieri. Un dato che non lascia insensibile il ct della nazionale azzurra Cesare Prandelli.

”E’ un dato che impone una riflessione, non soltanto ai media ma anche a livello di programmazione – dice Prandelli – se io fossi un presidente di club, penserei a lavorare sui giovani per cercare di portarli in prima squadra, e completerei il programma inserendo giocatori stranieri, bravi”.

Tra l’altro, proprio il poco spazio che hanno i giovani nel calcio italiano sta obbligando il ct, a sua volta, a fare determinate scelte, come ad esempio richiamare un centrocampista non più giovanissimo come Thiago Motta.

Spiega Prandelli: ”Premesso che non lo abbiamo mai abbandonato né dimenticato, il problema è che i nostri giovani fanno fatica a imporsi e a farsi vedere. Noi non dobbiamo abbandonarli, ed è quello che stiamo facendo, ma dobbiamo anche riflettere sulla realtà e capire perché fanno fatica, se hanno limiti tecnici e di personalità, se non sono in grado di reggere certi confronti”.

“Io ho cercato di proporre molti giovani – conclude Prandelli – e non potendo fare degli stage, li ho impiegati nelle gare che contano. C’è chi ha fatto bene, chi meno, io devo tener conto di questo e fare delle scelte”.

Stadi vuoti, quando il calcio diventa uno sport per vecchi

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film