Connect with us

Pubblicato

il

Pallone con guanti (bis)(Calciopress – Redazioneweb) Si è giocata la nona giornata del campionato di Serie B. Questa la sintesi delle partite in programma, tratta integralmente dal sito web della Lega. Virtus Lanciano che pareggia ma che allunga sulla seconda, quell’Empoli sconfitto a Reggio Calabria e raggiunto dal Cesena e avvicinato dal Crotone a tre punti dalla testa. Sono i verdetti in attesa dei due posticipi in programma stasera, vale a dire Palermo-Pescara e Carpi-Novara. Tre rigori sbagliati, due segnati negli anticipi e due vittorie pesanti (del Crotone a Bari e del Cesena a Castellammare). Netta vittoria per 3 a 0 del Siena sull’Avellino. Pareggi a Lanciano, 1 a 1 con la Ternana, a Varese e Latina (0 a 0 rispettivamente con Trapani e Modena).

BARI-CROTONE 1-2
Blitz del Crotone sul campo del Bari, 2-1 in un match valido per la nona giornata del campionato di Serie B Eurobet. Delitto perfetto per i calabresi, visto il dominio assoluto della compagine barese nel primo tempo chiuso con gli ospiti avanti 1-0. La rete porta la firma di Del Prete al 32′: il difensore rossoblu sblocca il risultato con una stoccata da distanza ravvicinata sugli sviluppi di un angolo. Girandola di emozioni, invece, nel secondo tempo al San Nicola con una miriade di occasioni, un rosso e due rigori falliti, uno per parte. Al 7′ i pugliesi falliscono un rigore con Alonso. Il Crotone invece raddoppia al 17′ con Pettinari, di destro su assist di Mazzotta. Passano cinque minuti e il Bari  accorcia le distanze con Joao Silva di testa. Poco prima della mezzora è il Crotone ad usufruire di un rigore, ma Torromino colpisce il palo. L’attaccante prova a ribadire, ma palla ancora sul palo. Nel finale, il Bari resta in dieci per l’espulsione di Lugo. Alla fine, non senza fatica, la spunta comunque il Crotone che sale ora a quota 16 in attesa di ricevere la capolista Lanciano. Pesante terza sconfitta consecutiva invece per il Bari che resta a 8 punti in vista della trasferta di Cesena.

JUVE STABIA-CESENA 0-2
Il Cesena si impone per 2-1 in casa della Juve Stabia e aggancia l’Empoli al secondo posto. Con una prova concreta ed un gol per tempo, la squadra di Bisoli allunga a cinque la propria striscia positiva. La Juve Stabia rimanda ancora una volta l’appuntamento con la prima vittoria casalinga stagionale. Prima frazione con poche emozioni, l’unico lampo è il gol degli ospiti segnato da Defrel in acrobazia. I padroni  di casa hanno poche idee e si rendono pericolosi solo con Sowe al nel finale. Romagnoli insidiosi anche alla mezz’ora con un gran tiro di Tabanelli deviato in corner da Calderoni. In avvio di  ripresa il Cesena trova subito il raddoppio con Garritano al 6′, l’ex-primavera interista segna con un preciso destro a giro il suo primo gol stagionale. Tardiva la reazione dei campani che sprecano troppo, compreso un calcio di rigore a 10′ dalla fine. Capelli stende Diop in area e Mariani decreta il penalty: Vitale calcia clamorosamente fuori e il punteggio non cambia fino alla fine.

LATINA-MODENA 0-0
Finisce a reti bianche la sfida tra Latina e Modena. Gara equilibrata e ricca di occasioni: ospiti più pericolosi in avvio di partita, mentre i padroni di casa escono alla distanza. I laziali salgono così a quota 9 in classifica, mentre gli emiliani si portano a 12. Modena subito pericolosissimo al 4′ con una doppia traversa colpita prima da Babacar, poi da Signori. Ancora l’attaccante di scuola Fiorentina si rende pericoloso con un’insidiosa incursione al 10′, che impegna Iacobucci. I canarini si rendono ancora pericolosi con Bianchi al 22′, ma il suo colpo di testa finisce tra le braccia del portiere. I padroni di casa si fanno vedere a partire dalla mezzora, prima con Alhassan (palla alta sopra la traversa), poi con Morrone che costringe Pinsoglio al primo intervento di giornata. L’avvio di ripresa è meno vivace del primo tempo. La squadra di Breda torna a farsi vedere al 23′ con una punizione di Dalla Bona, ma Iacobucci non si fa sorprendere. Nel finale è la squadra di Breda a crederci maggiormente, ma la difesa degli ospiti fa buona guardia su Jonathas e Negro respingendo le loro conclusioni.

REGGINA-EMPOLI 2-1
La Reggina si mette alle spalle un periodo di crisi battendo tra le mura amiche l’Empoli, nel secondo anticipo della 9/a giornata di Serie B Eurobet. Al Granillo finisce 2-1: Gerardi al 4′ del secondo tempo porta in vantaggio gli amaranto, Pucciarelli pareggia i conti al 19′. A regalare il gol vittoria agli amaranto è il diagonale di Foglio al 39′. La squadra di Atzori così torna al successo dopo cinque partite e si tira momentaneamente fuori dalle sabbie mobili della classifica, mentre i toscani vedono sfumare la possibilità di scavalcare almeno per un giorno la capolista Lanciano e rimangono al secondo posto con 17 punti in classifica. La prima conclusione della gara è di Maccarone, che all’11’ colpisce a lato, mentre al 14′ richiede l’intervento agevole di Benassi. I ritmi della gara sono bassi, l’Empoli non riesce a mettere in difficoltà la retroguardia dei padroni di casa, che con il passare dei minuti prendono coraggio. Al 34′ infatti la Reggina andrebbe in vantaggio grazie a un gol di Gerardi, ma l’arbitro non convalida in quanto la palla non avrebbe varcato completamente la linea. Nella ripresa la sfida si sblocca: Gerardi riceve palla da Di Michele al 4′, supera un difensore e trafigge Bassi un un diagonale imparabile. La squadra di Sarri, incassato il colpo, prova a reagire, ma il colpo di testa di Pucciarelli al 17′ è angolato ma non forte. Meglio fa l’attaccante dell’Empoli tre minuti dopo, quando elude l’intervento di Maicon e Lucioni con un bello stop e trafigge Benassi con un destro angolato. Gli ospiti sono galvanizzati dalla rete e si rendono pericolosi ancora al 24′ con Mario Rui, il cui sinistro viene deviato in corner da Benassi. A portare a casa i tre punti è invece la Reggina, il cui coraggio viene premiato al 39′ con la rete di Foglio, servito da Maicon sull’out di sinistra. Il giocatore amaranto entra in area e con un diagonale trafigge Bassi sul suo palo. Atzori salva la panchina, mentre gli ospiti pagano una partita disputata con poca cattiveria.

SIENA-AVELLINO 3-0
Netta prova di forza del Siena che batte con un netto 3-0 l’Avellino che deve così quantomeno rinviare il sogno di agganciare il Lanciano in vetta alla classifica del campionato di Serie B Eurobet. I toscani invece, imbattuti da sei giornate, si portano a metà classifica nonostante la forte penalizzazione. Con questo trend sognare l’aggancio alla zona playoff non è impossibile. Dopo qualche opportunità su palla da fermo, gli ospiti si rendono pericolosi al 21′ con Soncin, il cui tiro finisce a lato. Doppia azione dal lato opposto per la squadra di Beretta, ma Terracciano si rivela insuperabile prima sulla conclusione di Scapuzzi poi sul tapin a botta sicura di Pulzetti. Il Siena comincia a premere maggiormente. Alla mezzora spunto personale di Rosina, che converge dalla sinistra e si accentra, ma il suo tiro finisce alto sopra la traversa. Il vantaggio senese arriva al 38′, in seguito a un errato disimpegno di Massimo, che regala il pallone a Giacomazzi che dal limite segna con un potente destro. Nella ripresa i Lupi pareggerebbero subito i conti al 2′ con Soncin, pescato però in posizione di fuorigioco dopo il tiro di Castaldo respinto dal portiere. Sul ribaltamento di fronte i padroni di casa raddoppiano con una bella azione personale di Rosina. Gli ospiti non demordono a pressare: ci prova Schiavon direttamente su calcio di punizione, ma Farelli respinge, poi tocca a Castaldo, ma il suo colpo di testa termina di poco a lato. La squadra di Rastelli si sbilancia, e Terracciano deve fare gli straordinari su uno scatenato Rosina e su Paolucci. Nel finale arriva il 3-0 definitivo, che porta ancora la firma di Rosina con un colpo sotto imparabile.

SPEZIA-BRESCIA 1-1
Pareggio all’ultimo respiro dello Spezia che, nell’anticipo della 9/a giornata del campionato di Serie B Eurobet, ottiene un punto contro il Brescia grazie a una rete di Ebagua in pieno recupero. Rimandato quindi per le rondinelle il primo successo della gestione Bergodi. Succede tutto nella ripresa: i padroni di casa si portano in vantaggio con Sansovini al 9′, prima dell’uno-due del Brescia firmato da Scaglia al 22′ e da Coletti al 33′. Pareggio di Ebagua al 48′. I lombardi salgono così a 9 punti in classifica, mentre lo Spezia avanza a 13. Arcari è costretto a intervenire già al 4′ per evitare l’autorete di un difensore lombardo dopo il colpo di testa di Lisuzzo. Sono i padroni di casa a partire meglio e già un minuto dopo Sansovini scalda i guanti al portiere con una conclusione centrale. Ancora l’attaccante dello Spezia si rende pericoloso al 15′ cercando la conclusione direttamente su calcio d’angolo, ma Arcari fa buona guardia. Dall’altra parte la prima palla gol per le rondinelle arriva al 16′ con Finazzi che sul cross di Kukoc manda il pallone di poco a lato. Portieri protagonisti a metà del primo tempo: Arcari devia in corner il colpo di testa di Rivas al 18′, il collega dei liguri si supera al 23′ sulla botta da fuori di Sodinha. Dopo un primo tempo equilibrato, nella ripresa arrivano i gol: Sansovini al 9′ trasforma il rigore concesso per la trattenuta di Camigliano proprio sull’attaccante dello Spezia. La squadra di Stroppa manca il colpo del ko sempre con Sansovini, che si gira bene ma calcio di poco alto sopra la traversa. Gli ospiti non si arrendono e pareggiano i conti con Scaglia che con una stupenda conclusione dalla distanza infila la palla nell’angolo basso dove Valentini non può arrivare. Coletti firma il sorpasso al 33′ con un diagonale che beffa l’estremo difensore dello Spezia, non eccellente come in precedenza. I padroni di casa si gettano all’attacco e sfiorano il pareggio al 42′ con Carrozza, che calcia alto da buona posizione. Tocca a Ebagua quindi far esultare il pubblico del ‘Picco’  con un gol da bomber di razza: torre di Borghese, stop  di petto e tiro al volo sotto l’incrocio. La squadra di Stroppa sfiora all’ultimo secondo anche il colpaccio con Bovo, il cui tiro a porta sguarnita finisce a lato.

VARESE-TRAPANI 0-0
Solo i due portieri Bressan e Nordi hanno impedito a Varese e Trapani di chiudere con un pareggio a reti bianche una sfida spettacolare e ricca di occasioni. I lombardi sprecano così la possibilità di entrare nei quartieri alti della classifica del campionato di Serie B Eurobet, mentre la neopromossa mette un altro importante mattoncino in chiave salvezza. La prima occasione arriva al 4′ con Mancosu che solo davanti a Bressan si fa ipnotizzare dal portiere. L’estremo difensore del Varese è ancora protagonista al 9′ sulla acrobazia di Pacilli, deviando in corner. Dopo un avvio stentato i padroni di casa si fanno vedere al 18′ con Rea, che a tu per tu con Nordi non riesce a portare in vantaggio la squadra di Sottili. Il portiere del Trapani si supera anche al 35′ sulla conclusione da fuori di Neto Pereira. Il Varese continua a spingere e va vicino al vantaggio al 40′ con Pavoletti e al 45′ con Reasu, ma Nordi salva ancora la sua squadra. Gli assalti dei padroni di casa si ripetono nella ripresa, ma l’estremo difensore ospite è ancora provvidenziale al 18′ sulla conclusione sottomisura di Zecchin. Al 26′ Pagliarulo si sostituisce al proprio portiere salvando sulla linea sulla conclusione di Zecchin a portiere battuto. Il pressing del Varese si esaurisce al 33′ a causa dell’espulsione di Rea per doppia ammonizione. Il Trapani riesce così a respirare maggiormente e a farsi nuovamente vedere al 39′, ma Bressan salva la porta sulla conclusione di Pirrone.

VIRTUS LANCIANO-TERNANA 1-1
La Ternana sfiora il colpaccio in casa della capolista, che riesce alla fine a strappare un punto grazie alla rete di Amenta e a rimanere in testa alla classifica del campionato di Serie B Eurobet. Nolè e Piccolo scaldano i motori da subito ma le loro conclusioni finiscono fuori misura. Gli abruzzesi ci provano con Falcinelli al 18′, ma il suo diagonale è fuori misura. Al 34′ gli ospiti passano in vantaggio con Antenucci: l’attaccante stoppa in area e punisce Sepe con un destro imprendibile. La reazione dell’undici di Baroni è immediata: Paghera ci prova da fuori, provvidenziale l’intervento di Brignoli a salvare il risultato. Nella ripresa i padroni di casa premono alla ricerca del pari: Paghera è il più pericoloso tra i suoi, ma il suo colpo di testa è fuori di un soffio. Al 15′ la squadra di Toscano rimane in dieci per un fallo a centrocampo di Viola su Casarini. Baroni tenta la carta Plasmati, subito attivo con una girata di testa a lato. Al 32′ arriva il meritato pareggio della Virtus Lanciano con Amenta, che capitalizza una punizione di Mammarella trafiggendo Brignoli con un colpo di testa. Nel finale la capolista, sfruttando la superiorità numerica, va vicina alla vittoria. Brignoli respinge il tiro di Falcinelli al 36′, ripetendosi al 39′ sulla conclusione dalla lunga distanza di Minotti. Finiscono fuori di poco invece il colpo di testa di Plasmati e il tiro di Piccolo. La Virtus Lanciano porta a casa un punto ma può comunque sorridere perché resta in testa al campionato.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni7 giorni fa

La Juventus si riprende il talento di Sofia Cantore: sarà qualcosa di travolgente?

👉🏾 Questo articolo era stato pubblicato da Calciopress nel luglio 2022, a futura memoria. Lo riproponiamo, perchè Sofia Cantore ha...

Opinioni4 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni1 mese fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali1 mese fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi