Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Pallone Ufficiale Serie Bwin (corner)(Calciopress – Redazioneweb) Si è giocata la quindicesima giornata del campionato di Serie B. Questa la sintesi delle partite in programma, tratta integralmente dal sito web della Lega.

Bari-Padova 2-2
Bari e Padova hanno pareggiato 2-2. Gara spettacolare e ricca di emozioni. Bari che chiude avanti di una sola rete i primi 45′ di gioco, nonostante il dominio sul campo. La doppietta di Defendi al 9′ su assist di Joao Silva e al 33′ su assist di Fossati, sembrava aver chiuso il match. La risposta dell’altro capitano, quello del Padova, Matias Cuffa, che riporta sotto il Padova anticipando di testa Ceppitelli ed infilando nell’angolino alla destra di Guarna. Nel secondo tempo i veneti partono subito forte e al 10′ trovano il gol del 2-2 con l’ex di turno Vantaggiato  che dopo una respinta corta da terra batte Guarna. Il Bari subisce il contraccolpo psicologico e nel finale rischia anche di subire la clamorosa rimonta, visto che è il Padova a chiudere in attacco.

Brescia-Cesena 0-0
Brescia e Cesena hanno pareggiato 0-0. A dispetto del risultato, soprattutto nel primo tempo, diverse le occasioni da rate da una parte e dall’altra. Atteggiamento propositivo di entrambe le squadre, che non si sono fatte intimidire dal terreno pesante per la pioggia. Brescia maggiormente pericoloso grazie agli imprevedibili Grossi e Sodinha. Nel secondo tempo il ritmo è calato notevolmente, anche se i padroni di casa ci hanno provato fino alla fine ma senza esito. In classifica, il Brescia sale a 16 punti mentre il Cesena si porta a 24 in piena zona play off.

Carpi-Siena 0-1
ll Siena espugna il campo del Carpi nel posticipo della 15/a giornata del campionato di Serie B Eurobet e ottiene una vittoria importante che consente ai toscani di inserirsi nel gruppo delle squadre pretendenti ai playoff. Dopo un’iniziale fase di studio, D’Agostino impegna Nocchi direttamente su calcio d’angolo con un intervento di pugno. I bianconeri prendono il controllo del campo e al 23′ sfiorano il vantaggio con Giannetti, la cui acrobazia su cross di Angelo finisce alta sopra la traversa. La squadra di Beretta continua a premere e al 39′ Rosina impensierisce Nocchi con un tiro che termina a fil di palo. Nella ripresa il Carpi prova a scuotersi con Mbakogu, che si allarga troppo e prova una conclusione deviata in corner. Gli emiliani sembrano più in palla ma nel loro momento migliore vengono puniti da Vergassola, che porta in vantaggio il Siena con un tocco sotto misura su assist di Rosina. I padroni di casa reagiscono e sfiorano il pari con Romagnoli, ma Lamanna si supera e salva il risultato. Nel finale di gara gli ospiti legittimano il vantaggio colpendo un palo con Giannetti di sinistro al 32′ e sfiorando ancora con l’attaccante di scuola Juventus il raddoppio di testa da posizione ravvicinata. Il Carpi rimane anche in dieci al 37′ per l’espulsione di Lollo ed è costretto ad alzare bandiera bianca.

Cittadella-Reggina 0-0
Cittadella e Reggina hanno pareggiato 0-0. Veneti e calabresi guadagnano un punticino a testa dopo una brutta partita condizionata dal terreno scivoloso per la pioggia. Il Cittadella si porta a 16 punti, mentre i calabresi a 13 sono sempre terzultimi. Nel prossimo turno, la Reggina riceve lo Spezia mentre il Cittadella va a Varese. Poche le occasioni da rete, nel primo tempo due tiri senza grosse pretese di Di Michele per la Reggina e un tiro-cross di Colombo parato da Benassi per il Cittadella. Succede ancora meno nella ripresa, con il gioco che ristagna per lo più a metà campo. Con il passare dei minuti, la stanchezza e il campo pesante di fatto ‘blindano’ lo 0-0 fino al triplice fischio finale dell’arbitro.

Crotone-Avellino 3-2
Il Crotone ha battuto 3-2 l’Avellino. Girandola di gol ed emozioni allo Scida dove le due squadre danno vita ad un primo tempo spumeggiante. Un botta e risposta senza un attimo di respiro: padroni di casa avanti al 5′ con Bernardeschi su assist di Bidaoui. Al 18′ il pari irpino con Zappacosta con un preciso e fortunoso tirocross. Al 35′ passa l’Avellino, con Castaldo di destro al volo. Il Crotone non ci sta e dopo due minuti trova il gol del pareggio con Bidaoui su su assist di Del Prete. La rimonta, con sorpasso, si completa al 43′ quando Dezi riporta in vantaggio i pitagorici di testa su assist di Pettinari. Nella ripresa il Crotone controlla il match e porta a casa tre preziosissimi che lo vede proiettato a quota 26 in vista della trasferta di Padova. Scivolone esterno per l’Avellino che resta a quota 27 e nel prossimo turno affronterà il Cesena al Partenio.

Juve Stabia-Trapani 2-3
Vittoria importante in chiave salvezza per il Trapani, che batte 3-2 in trasferta la Juve Stabia in una gara combattuta e ricca di emozioni. Le Vespe restano così all’ultimo posto in classifica, mentre la squadra di Boscaglia fa un bel passo in avanti salendo a 18 punti. Gli ospiti si portano in vantaggio al 17′ con Mancosu, bravo a scattare sul filo del fuorigioco e a battere il portiere dopo averlo saltato. Il raddoppio arriva al 28′ e porta la firma di Nizzetto, a segno su punizione. I padroni di casa non accusano il colpo e accorciano al 33′ con Doukara. Mancosu tuttavia aumenta nuovamente le distanze al 37′ su rigore da lui stesso procurato. Nella ripresa la squadra di Braglia cerca una disperata rimonta e realizza il 2-3 al 23′ con Sowe, dopo una bella triangolazione con Doukara. Nel finale la Juve Stabia va vicinissima al pareggio ma Doukara centra un palo su cui si infrangono le speranze dei campani.

Novara-Pescara 0-0
Parte con uno 0-0 l’avventura sulla panchina del Novara di Alessandro Calori, che non riesce a spezzare l’incantesimo che vede gli azzurri senza vittorie da oltre due mesi (l’ultima il 14 settembre, 1-0 sul Padova). Un pari che pure sta stretto ai padroni di casa, protagonisti di una prima frazione ad alta intensità, in cui solo l’imprecisione sotto porta di Rigoni e, soprattutto, Gonzalez (clamoroso il gol mancato da due passi al 43′), impedisce loro di trovare il vantaggio. Cresce nella ripresa il Pescara, i biancazzurri si rendono pericolosi solo al 20′ in contropiede, con Pesce che salva in spaccata. Proprio Pesce alla mezz’ora, dopo una rete giustamente annullata a Rigoni per fuorigioco, costringe al miracolo Pigliacelli con un gran tiro da fuori. Allo scadere la palla del match arriva sulla testa di Rigoni che, però, conclude di poco a lato.Palermo-Latina 1-2

Palermo-Latina 1-2
Il Palermo esce sconfitto dalla sfida in casa con il Latina per 2-1 e perde così punti preziosi nei confronti di Empoli e Virtus Lanciano. Vantaggio del Palermo con Hernandez che poco prima aveva già sfiorato sull’assist di Bellotti con un tiro respinto di piede da Iacobucci. Al 18′ il servizio è di Verre e l’uruguaiano va in gol di testa. Pareggio del Latina al 24′. Velo di Jefferson a favore di Ghezzal che solo davanti ad Ujkani sigla l’1-1. Fulminante il contropiede dei laziali nel recupero del primo tempo con Jefferson che si invola verso la porta, marca Ujkani e firma il vantaggio. Nel secondo tempo Iachini inserisce Stevanovic, Lafferty e Di Gennaro ma l’attacco rosanero non riesce a sfondare la difesa del Latina. Si ferma così la serie positiva del Palermo, continua invece quella del Latina al 12° risultato utile. La squadra di Breda ora è in zona play off.

Spezia-Empoli 1-3
Prova di forza dell’Empoli che vince 3-1 a La Spezia in rimonta e si porta momentaneamente in testa al campionato di Serie B Eurobet, complice la sconfitta dell’Avellino e l’impegno nel posticipo del Palermo, atteso domani dalla sfida con il Latina. Seconda sconfitta consecutiva invece per lo Spezia di Stroppa, che continua a navigare a metà classifica. Pronti-via e i padroni di casa si portano in vantaggio al 5′ grazie a Ebagua che da posizione defilata lascia partire un diagonale angolatissimo che sbatte contro il palo e finisce in rete, realizzando il proprio sesto gol in stagione. Immediata la reazione dei toscani, che sfiorano il pari già al 9′ con Croce di testa, ma la sua incornata trova l’ottima opposizione di Leali. L’undici di Sarri continua a premere: Leali respinge di piede all’11’ il rasoterra di Maccarone, al 13′ invece Tavano sfiora di poco il palo. In campo c’é solo una squadra, e al 24′ arriva il meritato pareggio dell’Empoli con Tavano, a segno su assist di Laurini. Un minuto dopo si rivede lo Spezia, sempre con il suo attaccante principe Ebagua: rovesciata acrobatica che colpisce il palo con la palla che termina tra le braccia di Bassi. L’operazione sorpasso per i toscani si completa al 40′, quando Maccarone di testa trova l’angolo giusto su cross dalla sinistra di Croce. I padroni di casa si gettano in attacco in avvio ripresa: al 3′ Sansovini tenta una rovesciata, ma la palla finisce di poco alta. Un minuto dopo ennesimo tentativo di Ebagua che non trova di poco la porta. Al 6′ tuttavia l’Empoli cala il tris con Verdi, il cui diagonale sinistro non lascia scampo a Leali. Gli ospiti addormentano la partita, la squadra di Stroppa non riesce a farsi nuovamente vedere dalle parti di Bassi. Nel finale gli ospiti rischiano di dilagare: al 33′ Signorelli colpisce con una conclusione dal limite la traversa e la linea, sulla ribattuta si avventa Tavano che calcia alto.

Ternana-Modena 1-1
Un punto a testa tra Ternana e Modena. Gli emiliani restano così attaccati al gruppone playoff, mentre gli umbri effettuano un altro piccolo passo verso la salvezza. Rossoverdi pericolosi già al 9′, con un diagonale di Falletti impreciso. Termina alto anche il tentativo di Maiello al 12′. Deve intervenire Pinsoglio invece due minuti dopo per salvare gli ospiti sull’incursione di Ceravolo. Il Modena riesce a venire fuori con il passare dei minuti, ma è ancora il portiere dell’undici di Novellino a dover intervenire al 30′ sulla punizione di Falletti destinata all’angolino. A sorpresa alla prima opportunità gli ospiti si portano in vantaggio con Mangni, bravo a sfruttare la stupenda azione personale di Molina. La Ternana reagisce e in chiusura di frazione perviene al pareggio con Antenucci su rigore dopo un fallo di mano in area di Potenza. Le emozioni non mancano anche nella ripresa: Mangni sfiora la doppietta personale al 6′ con un tiro a giro che si stampa sulla traversa, poi tocca a Brignoli salvare i padroni di casa sulla conclusione da due passi di Rizzo. La squadra di Toscano torna a farsi vedere al 28′ con Maiello su cui Pinsoglio risponde ancora una volta presente. Le due compagini cercano il successo fino alla fine: all’38’ Antenucci manca il colpo del ko facendosi parare la conclusione da Pinsoglio, mentre dall’altra parte un minuto dopo Manfrin centra il palo esterno con un tiro al volo.

Virtus Lanciano-Varese 2-0
Finisce la minicrisi della Virtus Lanciano che torna al successo dopo tre partite battendo con due reti nel primo tempo un buon Varese, pimpante nella prima frazione ma incapace di reagire nella ripresa. Dopo una prima fase di stallo sono gli ospiti a rendersi pericolosi con l’ex di turno, Pavoletti, che al 23′ stacca bene di testa ma non riesce a trovare la porta. Un minuto dopo sono ancora i lombardi a richiamare Sepe al primo intervento: Forte sottrae il pallone e Buchel e ha spazio per concludere, ma la conclusione è troppo centrale. Alla prima opportunità gli abruzzesi passano in vantaggio con un eurogol di Casarini, che al 34′ va a bersaglio con un tiro da fuori imprendibile per Bastianoni. La squadra di Sottili non demorde e in due occasioni va vicino al pareggio prima con Pavoletti, che non riesce a dare la dovuta forza al suo colpo di testa, poi con Cristiano, la cui conclusione colpisce il palo esterno. Dalla parte opposta invece i padroni di casa sono spietati e proprio al 45′ raddoppiano con Di Cecco che si gira bene in area e trafigge Bastianoni. Nella ripresa il Varese, punito eccessivamente dopo un primo tempo arrembante, si getta in attacco ma non riesce a costruire le opportunità avute nella prima frazione. Anzi è la squadra di Baroni, che verrà espulso per proteste al 18′, a sfiorare il 3-0 con Turchi di testa al 16′ e successivamente sempre di testa con Di Cecco, sull’ottimo cross di Buchel.  Gli ospiti cedono fisicamente e mentalmente e la Virtus Lanciano nel finale ha vita facile mancando il tris al 39′ con un tiro di Turchi e al 48′ con Buchel che vanifica un buon contropiede. Successo importante per gli abruzzesi che restano in scia delle migliori e continuano a credere nel sogno promozione.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film