Connect with us

Pubblicato

il

Pallone Ufficiale Nazionale 1Il calcio italiano è in piena paranoia. Somiglia a un caravanserraglio dentro al quale, tra i mulinelli di sabbia sollevati dal vento del deserto, diventa difficile distinguere i cammelli dai cammellieri. La confusione regna sovrana. Chi può e sa ci sguazza dentro, traendone gli ultimi indecenti vantaggi personali.

Eppure il caos è (stranamente) calmo. Nonostante una mole di problemi irrisolti da far tremare i polsi, tira un’aria da fine impero. I tifosi hanno perso l’orientamento. Come Gregor Samsa, protagonista de La Metamorfosi di Kafka, un giorno si sono svegliati e si sono ritrovati dentro un calcio irriconoscibile che non assomiglia neppure lontanamente a quello che avevano sognato. Assistono delusi e disincantati allo sfascio deprimente che è sotto gli occhi di tutti.

Si confrontano con club sempre più indebitati, nonostante i milioni a palate incassati dalle pay tv alle quali è stata svenduta la loro passione. Subiscono divieti e tessere. Fanno i conti con il pauroso livellamento tecnico verso il basso del campionato di serie A, quello che una volta era il più bello del mondo. Assistono allo scempio di squadre italiane ricche di blasone eliminate dalle competizioni europee e costrette a guardare dal buco della serratura il calcio che conta.

La diserzione e lo svuotamento di stadi, ormai simili a decrepite cattedrali nel deserto, sono la certificazione di un degrado palpabile. Il tempo scorre inesorabile e tutto resta sempre uguale. Anzi no, diventa sempre più difficile da sopportare. Poveri noi e povero calcio.

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi