Connect with us

Pubblicato

il

gambe 3799(Calciopress – Redazioneweb) Si è giocata la ventiseiesima giornata del campionato di Serie B. Questa la sintesi delle partite in programma, tratta integralmente dal sito web della Lega. L’Empoli vince, a Padova, e consolida il secondo posto avvicinando il Palermo fermato dallo Spezia. Dietro rispondono il Trapani e il Cesena che portano a casa i tre punti ai danni di Modena e Carpi. 19gol in questa 26a giornata, un solo zero a zero, quello nel big match fra Virtus Lanciano e Latina. In coda vincono il Bari, con il Pescara, il Novara, con la Reggina, mentre pareggio per la Juve Stabia nello scontro diretto con il Cittadella. Pareggio anche fra Ternana, che si fa raggiungere dal Siena, così come fra Varese e Avellino.

BARI-PESCARA 1-0
Importante vittoria in chiave salvezza per il Bari, che batte 1-0 il Pescara e inguaia ancor più gli abruzzesi, alla quinta sconfitta consecutiva e ancora alla ricerca dei loro primi punti in questo 2014. Partono forte i padroni di casa, ma la prima opportunità la creano gli uomini di Marino. Brugman al 19′ va vicino al vantaggio, ma la sua conclusione finisce di poco a lato. I pugliesi rispondono con un tiro di Calderoni, ma Belardi blocca senza problemi in due tempo. La ripresa regala qualche emozione in più del primo tempo. Il Pescara al 9′ va vicino al gol con Maniero che può solo sfiorare la sfera su punizione di Napolitano. Dall’altra parte Defendi si immola sul tentativo di Bocchetti, la palla finisce dalle parti di Sciaudone che calcia a botta sicura mancando di poco lo specchio della porta. L’undici di Alberti aumenta la propria pressione con il passare dei minuti e al 30′ trova il gol vittoria con Joao Silva, che di testa sfrutta nel migliore dei modi l’assist di Galano. Gli abruzzesi spingono alla ricerca del pari ma i padroni di casa si difendono bene e portano a casa tre punti fondamentali nella corsa alla salvezza.

CARPI-CESENA 1-2
Vittoria in zona Cesarini per il Cesena, che espugna 2-1 Carpi nella 26/a giornata, grazie a un rigore di Rodriguez, e alimenta il proprio sogno promozione portandosi in terza posizione in solitaria. Sono i padroni di casa a portarsi in vantaggio al 28′ con Ardemagni, su calcio di rigore procurato da lui stesso per un fallo di Agliardi. I romagnoli provano a reagire con Kranjnc, ma il suo colpo di testa è troppo debole per impensierire Colombi. Al 39′ tuttavia il difensore sloveno migliora la mira e realizza l’1-1, sempre di testa, su calcio d’angolo di Belingheri. Nella ripresa i padroni di casa rimangono in dieci per l’espulsione di Lollo, che si prende la seconda ammonizione dopo un fallo su D’Alessandro. Nonostante l’inferiorità numerica i ragazzi di Vecchi continuano a spingere: Ardemagni crossa in mezzo per Bertoni, che di sinistro va vicino al gol. Nel finale il Carpi ci prova ancora senza troppa convinzione con Sgrigna e Memushaj, ma in pieno recupero è il Cesena a realizzare il gol che beffa i padroni di casa: Rodriguez viene messo giù in area e dal dischetto non sbaglia.

CROTONE-BRESCIA 1-0
Il Crotone batte di misura il Brescia (1-0) nell’anticipo della 26/a giornata di Serie B Eurobet giocato allo ‘Scida’ e sono tre punti pesantissimi per la formazione di Drago. Il rigore di Mazzotta permette ai calabresi, in attesa delle gare di domani, di agganciare provvisoriamente al quarto posto, a quota 39, Cesena ed Avellino. Per il Crotone, secondo successo di fila tra le mura amiche. Le Rondinelle non concretizzano le opportunità per il pareggio e mancano il possibile ingresso in zona playoff, restando inchiodate a 37 punti. E’ un buon Crotone quello che si vede nel primo tempo. In apertura di tempo prova subito a rendersi pericoloso Bidaoui. Il Brescia non brilla e la gara si sblocca al 20′. Di Cesare interviene con il braccio sulla conclusione di Diop, Cervellera assegna il rigore per i pitagorici. Dagli undici metri, il sinistro di Mazzotta è impeccabile: 1-0. La squadra di Bergodi prova a reagire, ma non crea minacce alla porta di Gomis. Le Rondinelle entrano in campo decisamente più propositive e motivate e sfiorano il pareggio con una conclusione di Corvia. Ma il Crotone è vivo ed impegna Cragno con un gran sinistro dalla distanza di Bernardeschi. Ancora padroni di casa pericolosi nel finale con un tiro di Ishak, controllato in due tempi da Cragno. In pieno recupero, grande opportunità per i lombardi che colpiscono la traversa con un colpo di testa di Caracciolo. Ma per il Brescia è un finale amaro, vista l’espulsione di Paci. Alla fine, è festa Crotone

JUVE STABIA-CITTADELLA 1-1
Gara vibrante e ricca di colpi di scena quella tra Juve Stabia e Cittadella, che si spartiscono la posta in palio nell’inconto valido per la 26/a giornata di Serie B, per un punto che serve a poco a entrambe le formazioni e che rimangono in fondo alla classifica. Dopo un’iniziale fase di studio, al 25′ Perez cerca un eurogol senza fortuna, sfiorando la porta difesa da Benassi. Al 30′ gli ospiti rimangono in dieci per l’espulsione di Colombo, che stende Sowe in area. Dal dischetto però Di Carmine si fa ipnotizzare da Di Gennaro, che si ripete al 35′ compiendo un ottimo intervento anche sulla girata di Sowe. Nella ripresa le Vespe continuano a premere a si portano in vantaggio al 14′ con Sowe, il cui tiro dalla lunga distanza si infila sotto l’incrocio dei pali. La Juve Stabia si rilassa troppo e al 34′ il Cittadella trova il pari con Scaglia, che di testa, sugli sviluppi di un corner, realizza l’1-1 finale.

NOVARA-REGGINA 1-0
Il Novara ha battuto 1-0 la Reggina. Vittoria importantissima per i piemontesi, che si avvicinano alle squadre di centro classifica. Reggina sempre più invischiata nella lotta per non retrocedere nonostante una discreta prestazione. Partita risolta al 28′ da un gol del bomber Sansovini, che sfrutta al meglio una sponda di Rubino su azione di calcio d’angolo.

PADOVA-EMPOLI 0-1
L’Empoli trova la prima vittoria del 2014 grazie a un gol di Maccarone che stende il Padova. La squadra toscana vola a 45 punti, il Padova resta invece in fondo ed è penultimo a quota 21. L’Empoli padrone del campo trova il gol decisivo al 36′ con Maccarone che approfitta di un errore del portiere del Padova Nocchi, fin lì impeccabile. I toscani giocano con grande tranquillità controllando poi il tentativo di rimonta del Padova nella ripresa.

PALERMO-SPEZIA 1-1
Nel posticipo della 26esima giornata di serie B il Palermo di Beppe Iachini non va oltre il pareggio  cotro lo Spezia dell’ex Mangia. Al ‘Barbera’ i siciliani, passati in vantaggio al 16′ del primo tempo con un bel colpo di testa di Hernandez, si sono fatti raggiungere sul finire di gara daScozzarella. A tre minuti dal 90′ l’ex Juve Stabia ha fissato il punteggio sull’1-1 con una precisa punizione che ha trafitto Sorrentino. Con questo risultato il Palermo resta in testa alla classifica, ma con soli due punti di vantaggio sull’Empoli.

TERNANA-SIENA 2-2
Ternana e Siena hanno pareggiato 2-2 allo stadio Liberati di Terni. La Ternana si illude portandosi sul doppio vantaggio, con Antenucci al 48′ su assist di Nolè e con Litteri al 55′ di testa, ancora su assist di Nolè questa volta da calcio d’angolo. Il Siena non molla e nel finale trova un insperato pareggio con le reti di Rosina al 71′ su rigore e all’85’ con una incornata vincente di Rossetti. La Ternana si porta a 31 punti, +4 sulla zona play out. Il Siena sale invece a quota 35 punti ma vede allontanarsi la zona play off.

TRAPANI-MODENA 2-0
Il Trapani ha battuto 2-0 il Modena. I siciliani volano così in quarta posizione a quota 41 punti insieme al Lanciano, mentre si ferma la corsa del Modena. I canarini, reduci da tre vittorie consecutive, restano a 32 punti in classifica. Il Trapani parte forte e passa subito in vantaggio con un rigore di Basso al 10′, concesso per un fallo di Marzorati su Iunco. Il Modena accusa il colpo ma tra la fine del primo tempo e per gran parte del secondo attacca alla ricerca del pari. I siciliani però al 69′ chiudono la gara con un contropiede perfetto della coppia Basso-Mancosu, con la rete di  di testa del bomber trapanese. Per Mancosu, sempre più capocannoniere della Serie B Eurobet, è il gol numero 17 in questa stagione.

VARESE-AVELLINO 1-1
Emozionante 1-1 tra Varese ed Avellino, in un match valido per la 26/a giornata del campionato di Serie B Eurobet. Campani avanti con Ciano in avvio di ripresa ma raggiunti all’ultimo minuto di recupero da un contestatissimo autogol di Terracciano. Prima frazione avara di occasioni, ma veementi proteste avellinesi su un tiro di Angiulli al 32′ che sbatte sulla traversa e rimbalza nei pressi della linea: l’arbitro non concede il gol. L’Avellino passa in vantaggio al 56′ con una rete di Ciano su calcio di punizione. Quarto centro stagionale per lui. Al quarto minuto di recupero, però, il Varese trova l’ormai insperato pareggio con Terracciano che devia nella propria porta un angolo di Di Roberto. In classifica l’Avellino si porta a 40 punti ed è sesto, il Varese è 14° con 33 punti.

VIRTUS LANCIANO-LATINA 0-0
Termina con un pareggio a reti bianche la sfida tra Virtus Lanciano e Latina. Le due squadre proseguono così la loro striscia positiva confermando di meritare di stare nei quartieri alti della classifica. Il primo sussulto arriva al 20′, quando Comi colpisce la traversa in acrobazia. Dall’altra parte risponde Cottafava con un tiro ravvicinato, ma Sepe gli chiude lo specchio della porta. Nella ripresa Iacobucci si oppone sul tiro di Buchel al 10′. Il Latina si scuote e comincia a premere maggiormente sull’acceleratore. Comi di testa su cross di Mammerella non inquadra la porta, ma l’opportunità più grossa tra i padroni di casa le crea in pieno recupero Casarini, sul cui tiro si oppone ancora una volta uno splendido Iacobucci, che salva il risultato. 

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi