Connect with us

Pubblicato

il

Gambe & Pallone 6(Calciopress – Redazioneweb) Si è giocata la ventisettesima giornata del campionato di Serie B. Questa la sintesi delle partite in programma, tratta integralmente dal sito web della Lega. Il Palermo, 2 a 1 sul Bari, allunga sull’Empoli costretto al pareggio nel derby toscano. Vince la Virtus Lanciano, ora terza, sulla Juve Stabia mentre in coda pareggio 2 a 2 fra Cittadella e Novara. Sono i temi principali della 27° giornata che ha visto molti gol, 34, nonostante alcuni campi siano stati resi pesanti dalla pioggia. Finisce 2 a 2 anche il big match fra Cesena e Trapani. Vittorie fuori casa del Varese a Reggio, 3 a 4, e del Carpi a Brescia: 0 a 2. Finisce con un altro 2 a 2 Spezia e Ternana, importante vittoria del Modena 2 a 0 sul Crotone: i canarini vedono a cinque punti i play off sempre più combattuti e incerti (13 squadre si trovano in dieci punti). Finisce 1 a 1 il posticipo fra Avellino e Pescara.

BRESCIA-CARPI 0-2
Sogna sempre più in grande il Carpi di Vecchi, che espugna 2-0 il Rigamonti di Brescia e si porta a due soli punti dalla zona playoff, scavalcando in classifica proprio i lombardi, alla seconda sconfitta consecutiva. Per gli emiliani la gara si mette subito in discesa fin dalle prime battute. All’8′ infatti Concas va a segno con facilità dopo un pasticcio della retroguardia delle rondinelle sia con Coletti che con il portiere Cragno. La reazione dei padroni di casa non si vede, anzi sono gli ospiti a sfiorare il raddoppio. Memushaj tenta la conclusione da fuori al 13′, la sfera viene deviata da un difensore e finisce di poco a lato. Al 24′ il Carpi trova comunque il 2-0 dal dischetto con Ardemagni, dopo l’atterramento, in realtà fuori area, di Budel da parte di Di Gaudio. L’attaccante spiazza Cragno e realizza il raddoppio. Il Brescia non riesce a impensierire la retroguardia avversaria così Bergodi nell’intervallo tenta un doppio cambio per modificare le sorti dell’incontro: Corvia e Grossi prendono il posto di Budel e Olivera. Le rondinelle ci provano un paio di volta dalla lunga distanza senza trovare lo specchio della porta, ma mancano al 30′ il possibile 1-2 con Caracciolo, sul cui tiro Colombi è provvidenziale. Nel finale sfiora il Carpi sfiora anche il 3-0 con Mbakogu ma il risultato

CESENA-TRAPANI 2-2
Finisce con un pirotecnico 2-2 la sfida tra Cesena e Trapani. I siciliani disputano un’ora di gioco quasi perfetta portandosi sul doppio vantaggio, ma nella ripresa i padroni di casa reagiscono e trovano il pareggio grazie a una doppietta di Rodriguez. Entrambe le squadre confermano così di meritare la posizione che occupano nei quartieri alti della classifica. L’undici di Boscaglia parte forte e al 14′ passa con il suo bomber, Mancosu, che insacca da due passi dopo un errore di Volta. I romagnoli provano a reagire e al 24′ sfiorano il pari con Rodriguez, la cui girata viene murata dalla difesa dopo un ottimo spunto di D’Alessandro. Al 31′ è Nordi a salvare il vantaggio del Trapani sul colpo di testa in mischia di Rodriguez. In contropiede tuttavia gli ospiti sono sempre pericolosi: prima al 35′ Nizzetto impegna Agliardi e sulla respinta Mancosu colpisce il palo esterno, poi al 39′ è sempre Nizzetto, lanciato da un colpo di tacco di Iunco, a chiamare Agliardi all’intervento. La gara è vibrante e ricca di occasioni da una parte e dall’altra: al 41′ Nordi ipnotizza Belingheri, mentre al 42′ è la traversa colpita da Marilungo a salvare il Trapani. Nella ripresa i siciliani raddoppiano ancora con Mancosu, su rigore, per un atterramento di Volta su Iunco. La gara sembra chiusa ma ci pensa Rodriguez a riaprirla con un gol in mischia sugli sviluppi di un corner. I padroni di casa continuano a spingere e trovano il pareggio al 35′, sempre con Rodriguez, il cui tiro a giro colpisce traversa, linea e palo. L’arbitro concede il gol. Nel finale Cascione lascia in dieci il Cesena, ma le due squadra non hanno più la forza per schiodare il risultato dal pari.

CITTADELLA-NOVARA 2-2
Succede tutto negli ultimi venti minuti di gioco tra Cittadella e Novara, gara valida per la 27/a giornata di Serie B. I padroni di casa dopo essersi portati in vantaggio si fanno rimontare e superare da una doppietta di Sansovini, prima del gol in pieno recupero di Surraco, che tiene vive le speranze di salvezza dei veneti. Pareggio beffa invece per i piemontesi, che vedono sfumare la possibilità di vincere uno scontro diretto e aumentare il divario nella zona calda della classifica. Il primo tempo non riserva grandi emozioni, con solo una conclusione di Surraco nelle prime battute a sfiorare la porta difesa da Kosicky. La squadra di Foscarini continua a spingere e al 38′ Scaglia di testa sfiora il gol, con Buzzegoli che salva sulla linea. Nella ripresa Coralli sblocca il risultato dal dischetto con Coralli al 27′ dopo un fallo del portiere Kosicky su Surraco. Gli ospiti tuttavia non si arrendono e in tre minuti ribaltano la partita con due rigori di Sansovini. L’undici di Aglietti assapora il colpaccio ma Surraco al 49′ su punizione trova un pareggio importantissimo per il Cittadella.

LATINA-PADOVA 3-0
Il Latina ha sconfitto 3-0 in casa il Padova nell’anticipo della 27/a giornata del campionato di Serie B Eurobet. Una vittoria che proietta la squadra laziale al terzo posto assoluto alla pari del Cesena a quota 42 punti. Per il Padova, invece, la situazione è sempre più complicata: i veneti sono penultimi a quota 21. Il Latina vince e convince, per la compagine nerazzurra è la terza vittoria consecutiva davanti al pubblico di casa e ottavo risultato utile di fila. I ragazzi di Breda partono subito fortissimo, aggredendo un Padova che rischia di andare sotto già al primo minuto. Al 31′ il vantaggio dei pontini: Viviani serve in verticale un lancio perfetto per Jonathas. Il brasiliano ha il tempo di stoppare e una volta davanti a Nocchi batterlo infilando la palla nell’angolino. Il gol dà la tranquillità necessaria al Latina per amministrare la gara fino al riposo senza praticamente correre alcun rischio. In avvio di ripresa il Padova abbozza una reazione e sfiora il gol in un paio di occasioni ma è bravo Iacobucci. Ma è solo una parentesi visto che il Latina trova il raddoppio con una grande azione tutta di prima: Bruno per Viviani che subito cerca Jonathas in area. Il brasiliano stoppa di sinistro spalle alla porta, si gira eludendo la marcatura e poi con il destro la piazza nell’agolo alto dove Nocchi non può arrivare per il decimo sigillo stagionale. Il terzo gol arriva ancora con una grande azione nerazzurra: Crimi ruba palla a metà campo, Jonathas la riceve e punta la porta salvo poi servire Viviani che arriva a rimorchio. Dai 20 metri l’ex Pescara spara un siluro che si infila alle spalle di Nocchi. Il finale è pura accademia per un Latina assoluto padrone del campo. Il Latina ha sconfitto 3-0 in casa il Padova nell’anticipo della 27/a giornata del campionato di Serie B Eurobet. Una vittoria che proietta la squadra laziale al terzo posto assoluto alla pari del Cesena a quota 42 punti. Per il Padova, invece, la situazione è sempre più complicata: i veneti sono penultimi a quota 21. Il Latina vince e convince, per la compagine nerazzurra è la terza vittoria consecutiva davanti al pubblico di casa e ottavo risultato utile di fila. I ragazzi di Breda partono subito fortissimo, aggredendo un Padova che rischia di andare sotto già al primo minuto. Al 31′ il vantaggio dei pontini: Viviani serve in verticale un lancio perfetto per Jonathas. Il brasiliano ha il tempo di stoppare e una volta davanti a Nocchi batterlo infilando la palla nell’angolino. Il gol dà la tranquillità necessaria al Latina per amministrare la gara fino al riposo senza praticamente correre alcun rischio. In avvio di ripresa il Padova abbozza una reazione e sfiora il gol in un paio di occasioni ma è bravo Iacobucci. Ma è solo una parentesi visto che il Latina trova il raddoppio con una grande azione tutta di prima: Bruno per Viviani che subito cerca Jonathas in area. Il brasiliano stoppa di sinistro spalle alla porta, si gira eludendo la marcatura e poi con il destro la piazza nell’agolo alto dove Nocchi non può arrivare per il decimo sigillo stagionale. Il terzo gol arriva ancora con una grande azione nerazzurra: Crimi ruba palla a metà campo, Jonathas la riceve e punta la porta salvo poi servire Viviani che arriva a rimorchio. Dai 20 metri l’ex Pescara spara un siluro che si infila alle spalle di Nocchi. Il finale è pura accademia per un Latina assoluto padrone del campo.

MODENA-CROTONE 2-0
Il Modena ha battuto per 2-0 il Crotone. Tre punti pesanti per i canarini che agganciano a quota 35 Siena e Varese e tornano a sperare nella salvezza. Passo falso invece per i calabresi, raggiunti dallo Spezia a quota 39 in zona play off. Dopo un primo tempo tutto sommato. La svolta arriva al 45′ con la rete di Zoboli di testa su cross di Garofalo. Nel secondo tempo il Crotone prova a reagire, ma il Modena si difede con ordine. Bernardeschi, Matute e Crisetig ci provano in tutti i modi ma Pinsoglio è in giornata super. Al 77′ l’arbitro Minelli concede un rigore dubbio al Modena per un presunto fallo di mani in area di Ligi. Babacar dal dischetto non sbaglia e firma il 2-0 per il Modena. Per il bomber di scuola Fiorentina è il tredicesimo centro stagionale.

PALERMO-BARI 2-1
Il Palermo ha sconfitto 2-1 in casa il Bari in un match valido per la 27/a giornata del campionato Serie B Eurobet e si conferma capolista solitaria con 50 punti. La squadra rosanero ritrova la vittoria dopo due pareggi di fila, ma ha dovuto faticare le proverbiali sette camice per domare un Bari che invece viene risucchiato in zona retrocessione con i suoi 29 punti. Pugliesi meglio nel primo tempo, pericolosi in diverse occasioni con Defendi. Per i rosanero colossale occasione fallita da Lafferty. Il nordirlandese si fa perdonare nel secondo tempo quando sblocca il risultato al 16′ con un colpo di test su cross di Lazaar. Passano solo due minuti e il Bari pareggia con un sinistro potente e preciso di Galano. Il gol vittoria del Palermo arriva al 37′ con un sinistro micidiale di Dybala su assist di Vazquez. Nel finale pugliesi in dieci per l’espulsione di Delvecchio per un accenno di lite con Maresa.

REGGINA-VARESE 3-4
Gol ed emozioni a Reggio Calabria, dove il Varese si impone per 4-3 sulla Reggina. I lombardi si portano a 36 punti in classifica e possono respirare, mentre la Reggina è sempre terzultima a quota 22. Spettacolare la rimonta del Varese, sotto per 2-0 alla fine del primo tempo per le reti calabresi firmate da Dumitru e Di Michele con una punizione da 25 metri. Nel secondo tempo succede di tutto, il Varese accorcia le distanze con Bjelanovic al 18′, trova il pareggio con Oduamadi al 30′ e poi passa in vantaggio con Calil a quattro dalla fine. La Reggina si scuote e al 45′ trova il 3-3 con Fischnaller. Sembra finita e invece in pieno recupero ancora Oduamadi batte Pigliacelli in uscita per il gol del definitivo 4-3 per il Varese.

SIENA-EMPOLI 1-1
L’Empoli non va oltre l’1-1 in casa del Siena. I toscani per qualche minuto si sono ritrovati al comando della classifica alla pari del Palermo e che invece al triplice fischio finale sono scivolati a -4 dai rosanero. Gara equilibrata al Franchi, Empoli pericoloso già nel primo tempo con Maccarone e Tavano e soprattutto con una traversa di Tonelli, ma che resta ben presto in dieci per l’espulsione d Eramo. Al 20′ della ripresa toscani in vantaggio con un rigore dell’ex Maccarone, concesso dall’arbitro per un fallo di Giacomazzi su Verdi. Il Siena reagisce e trova il pareggio a quattro minuti dalla fine con Jordà che beffa Bassi con un colpo di testa sul secondo palo. Un punto prezioso per il Siena, che aggancia a quota 35 punti Varese e Modena. 

SPEZIA-TERNANA 2-2
Sfuma proprio in pieno recupero per lo Spezia una vittoria sulla Ternana che avrebbe consentito alla squadra di Devis Mangia di portarsi un piena zona playoff. Una doppietta dell’ex Mirko Antenucci consente invece agli umbri di portare a casa un punto prezioso in chiave salvezza. I padroni di casa vanno in vantaggio alla mezzora con Giannetti, a segno da due passi sull’ottimo traversone basso di Schiattarella. Nella ripresa la Ternana, fin lì troppo timorosa, trova il pari al 6′ su calcio di rigore con Antenucci, per un fallo di Baldanzeddu su Litteri. Gli animi si scaldano e a farne le spese è Mangia, allontanato dall’arbitro per proteste. La gara è molto equilibrata, fino al 31′ quando Ferrari porta di nuovo avanti i liguri con una girata da centro area. Gli ospiti come se non bastasse perdono anche al 34′ Miglietta, espulso per un brutto fallo su Bellomo, ma hanno comunque la forza per reagire e trovare il pareggio ancora con Antenucci, che nel primo minuto di recupero batte Leali con una rovesciata.

VIRTUS LANCIANO-JUVE STABIA 1-0
Un gran gol di Mammarella nel finale di partita consente alla Virtus Lanciano di battere una generosa Juve Stabia e di portarsi in solitaria al terzo posto in classifica del campionato di Serie B Eurobet. Resta invece all’ultimo posto la squadra di Braglia. Entrambe le squadre partono forte, ma la prima opportunità è per gli ospiti con Sowe, il cui tiro non crea particolari grattacapi a Sepe. I padroni di casa vivono sulle iniziative di Mammarella, ma non riescono a impensierire con vere e proprie palle gol Viotti. Nella ripresa sono di nuovo i campani ad avere la prima opportunità con Liviero, il cui sinistro viene deviato coi pugni da Sepe. Gli abruzzesi rispondono con Ragatsu, ma la girata dell’ex attaccante del Cagliari termine sul fondo. Un minuto dopo tocca invece a Comi di testa sfiorare il gol per la Virtus Lanciano. Nel finale le due squadre si allungano alla ricerca della vittoria seppur per motivi diversi: Caserta trova un super Sepe che in tuffo devia il suo tiro, mentre dalla parte opposta al 39′ Mammarella con una esecuzione perfetta trafigge Viotti e regala tre punti preziosi alla squadra di Baroni. 

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 ore fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: ma sarà vera gloria?

Il passaggio al professionismo ridurrà a dieci il numero dei club iscritti alla Serie A femminile. Una riforma (affrettata?) da...

Editoriali11 ore fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi