Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Stadio BrightonLa presenza media di spettatori alle partite del campionato di B è modesta, troppo modesta per un torneo professionistico di questo livello (“Quando la Serie B fa meno di 5.000 spettatori a partita“).

Gli stadi del calcio italiano sono obsoleti e contribuiscono in misura non indifferente alla disaffezione dei tifosi, la cui presenza alle partite si sta rarefacendo in misura crescente. Un dato sottilineato anche dal presidente del Coni, Giovanni Malagò (“Un brutto calcio in brutti stadi”).

Per rendere più congruo l’afflusso dei tifosi alle partite della serie cadetta il presidente della Lega Serie B, Andrea Abodi, ha siglato un accordo con il Credito Sportivo per finanziare le richieste provenienti da club cadetti finalizzate a realizzare, ristrutturare e rendere più efficienti stadi e centri sportivi (“100 milioni dal Credito Sportivo per gli stadi della B”).

La Lega Serie B ha presentato lo scorso anno il progetto B Futura, attraverso il quale intendiamo fornire alle 22 società che partecipano al Campionato il modello e gli strumenti necessari per la realizzazione e l’ammodernamento di stadi e impianti di allenamento. 

B Futura si è posta l’obiettivo di favorire la costruzione di 100.000 nuovi posti-stadio entro il 2017. Per raggiungere questo obiettivo è importante conoscere luoghi e strutture che, per dimensione e intraprendenza dei club, possano rappresentare un modello al quale ispirarsi.

Il modello di riferimento per i nuovi impianti della Serie B finanziati dal Credito Sportivo potrebbe diventare  l’American Express Community Stadium di Brighton (nella foto), recentemente preso ad esempio dalle nostre istituzioni e dalla nostra stampa quale modello di stadio ideale per l’Italia sia in termini di dimensioni che di accoglienza per gli spettatori.

Con una capienza di 27 mila spettatori è un impianto ideale per molte entità di Serie A e B e nel 2012 è stato insignito del riconoscimento come miglior nuova struttura all’interno degli “Stadium Business Awards”. Per avere altre informazioni sull’impianto potete cliccare QUI.

Lo stadio del Brighton ha ormai assunto un ruolo primario come struttura utilizzata 7 giorni 7. E’ in fase di costruzione anche il nuovo centro di allenamento, un altro tassello che il club inglese vuole aggiungere all’impianto per alzare ulteriormente il suo profilo sia nel Regno Unito che a livello Internazionale.

Redazioneweb – www.calciopress.net

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film