Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

29^ Giornata  Juve Stabia vs Nocerina [Serie Bwin 2011-2012]Il presidente della Lega di Serie B, Andrea Abodi (nella foto), in un’intervista rilasciata ai microfoni dell’emittente radiofonica Tele Radio Stereo 92.7 ha confermato la propensione riformistica che ne fa uno dei pochi dirigenti visionari e lungimiranti di un sistema pericolosamente impantanato (leggi qui “Abodi, la B e il vento dolce delle riforme”).

Il fatto è che i presidenti delle Leghe italiane si incontreranno giovedì 29 maggio per discutere sulla riforma dei campionati. Un incontro promosso dal presidente della Figc, che spinge verso una decisione già a settembre per attivare il nuovo format a partire dalla stagione 2014-15. Abete, in occasione dell’ultimo Consiglio Federale, ha infatti modificato l’articolo 50 delle Noif pur di arrivare in tempi brevi a questo obiettivo (leggi QUI).

Il tavolo delle riforme non si presenta affatto omogeneo e una soluzione nei tempi previsti dalla Federcalcio al momento non appare prevedibile vista la distanza che divide le posizioni delle categorie professionistiche del calcio italiano (leggi “Calcio, si apre il tavolo delle riforme).

Paradigmatiche nel loro amaro realismo le parole di Abodi, che spiega così il suo punto di vista e mette  al sistema tutta la fretta che occorre in casi come questi: “Questa settimana per le riforme dei campionati è importante ma ritengo, onestamente, che non sarà determinante. Bisogna fare presto, trovare il numero giusto delle squadre che partecipano alla Serie A e alla Serie B”.

“Non ci ha convinto in pieno la proposta della Lega di Serie A legata a un meccanismo promozione- retrocessione sulla base di una sola promozione in A diretta, di una sola retrocessione in B e dei play off per definire le due categorie. C’è la volontà comune di un confronto di idee per trovare la soluzione giusta, per il bene del calcio. Ma bisogna fare in fretta”, prosegue Abodi.

In quanto al suo spirito riformista, il numero uno della cadetteria conclude: “Non mi sento un innovatore, siamo la Lega delle novità ma non delle innovazioni. Lavoriamo per infrastrutture, lavoriamo sui territori, sulle risorse umane. Questo è il nostro obiettivo, mantenendo quella componente di umanità che credo debba essere alla base per la crescita del calcio italiano, umanità che deve viaggiare di pari passo con il lavoro per gli stadi di proprietà, la cura dei bilanci e la crescita dei calciatori”.

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film