Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

Berretto gialloblù segnaviaObiettivo centrato in pieno, per la Prima Divisione Unica di Lega Pro. Il campionato 2014-2015, quello della riforma voluta dal presidente Mario Macalli, partirà con un organico di almeno 57 club (QUI). Per la serie tutto è bene ciò che finisce bene, viste le sconfortanti previsioni della vigilia che facevano temere un’ecatombe.

Nessun problema per la Covisoc e per la temutissima Commissione Infrastrutture. Le verifiche hanno confermato che ben 57 club sui 59 aventi diritto hanno bilanci sani, dispongono di impianti a norma con il Sitema delle Licenze Nazionali e sono in grado di affrontare questa difficile sfida a viso aperto.

Peccato per il silenzio mediatico che ha avvolto tutte le procedure legate ai ricorsi dei club esclusi in modo temporaneo (il cui numero esatto non è mai stato possibile conoscere), rotto solo dal comunicato del Consiglio federale dopo che le scadenze dell’11 luglio e del 15 luglio erano state saltate a piè pari senza che filtrasse alcuna notizia ufficiale sulle singole posizioni (leggi Lega Pro, iscrizioni e silenzio mediatico“)

Le buone notizie non finiscono qui per la Lega di Firenze e per i tifosi. Il format della terza serie nazionale potrebbero essere agevolmente ripristinato (quello federale prevede 60 società ai nastri di partenza) dopo che le procedure di ripescaggio (QUI i ripescaggi in tempo reale) avranno colmato i tre posti lasciati vuoti da Nocerina, Padova e Viareggio (ma il club versiliano annuncia lotta dura per una esclusione invero sorprendente).

Una bella rivincita per il presidente Macalli, che può avviare la riforma a pieno organico e non deve incassare critiche ulteriori sulla pretesa pletora di una Lega Pro unica che appare – a molti addetti ai lavori – ipertrofica rispetto alle risorse disponibile.

Resta il fatto che un numero imprecisato di club inizierà il torneo gravato da penalizzazioni più o meno rilevanti, che sette club (ovvero circa il 10% per cento dell’organico) non dispongono di un impianto proprio su cui giocare e che il documento trimestrale del budget finanziario si rivelerà per molte società una terribile mannaia nel corso della prossima stagione.

E’ stato davvero raggiunto l’obiettivo vagheggiato dalla Lega di Firenze di cominciare la nuova avventura della Lega Pro unica potendo contare su un manipolo di società sane e con un futuro roseo davanti? Con l’auspicio di essere smentiti, questa è la domanda.

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film