Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Pallone Ufficiale Nazionale PumaIl nuovo presidente della Figc, Carlo Tavecchio, si prepara a riformare il calcio italiano. La sua è una proposta in tre punti che ricalca sostanzialmente le linee guida della Uefa di Platini (leggi QUI).

Le rose delle squadre non potranno essere superiori a 25 calciatori e di questi 8 (di qualsiasi nazionalità) dovranno essere formati nei nostri settori giovanili. Una strada che apre le porte ai Centri Federali, come spiega Tavecchio oggi alla Gazzetta dello Sport.
“Agiremo sulle rose ristrette e con l’obbligo di giocatori provenienti dai vivai. E per gli extracomunitari lavoreremo sui curricula, come in Inghilterra. Chiederemo l’intervento del Governo per uno strumento legislativo. Occorre avere un rapporto con la Lega di A”, spiega il numero uno della Federcalcio.

“In Italia comunque c’è un bacino di 700mila giovani sotto i 18 anni. Per farli conoscere bisogna realizzare centri federali con diramazioni nelle province e poi nelle regioni. La Figc dovrà andare anche nelle scuole per creare, come gli inglesi, delle squadre negli istituti scolastici che possano partecipare a dei campionati”, conclude Tavecchio.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film