Connect with us

Pubblicato

il

Fabrizio CASTORIIl Carpi sembra lanciato verso la Serie A. Manca ormai solo la matematica per decretare la storica promozione nella massima serie nazionale della squadra allenata da Fabrizio Castori (nella foto), dominatrice del campionato di Serie B.

A ben vedere la storia calcistica del Carpi somiglia a qualcosa di più di un miracolo. E’ una di quelle magie che ogni tanto il football sa regalare e che rendono questo sport bellissimo.

Come ha scritto l’indimenticato Gianni Brera, in una citazione tratta da un suo articolo su Diego Armando Maradona, “il calcio si eleva di tre spanne agli occhi di coloro che, sapendolo vedere, lo prediligono su tutti i giochi della terra”.

Un miracolo non soltanto perchè il club emiliano nella stagione 2009-2010 giocava ancora in serie D, ma anche per il fatto che la sua travolgente rincorsa verso la Serie A prese il via al termine di un anno molto particolare. Quasi un segno del destino.

Nel 2010 il club carpigiano terminò il campionato al secondo posto del girone D, alle spalle del  Pisa. Maturò comunque il diritto di partecipare ai Play Off per salire in quarta serie nazionale. Esisteva ancora, a quei tempi, la Seconda Divisione di Lega Pro (la C2 di una volta). La sua avventura negli spareggi terminò però in modo rocambolesco, nella semifinale giocata con il Pianura.

L’A.S.D. Pianura era la prima squadra di Pianura, popoloso quartiere della periferia occidentale di Napoli sito a sud della collina di Camaldoli e comune autonomo fino al 1926. Il Pianura militava nel girone H del campionato di Serie D, disputava le gare interne sul campo “Simpatia” e si era conquistato il diritto di giocare gli spareggi.

All’andata il Carpi aveva vinto per  5-0. La partita di ritorno sembrava una pura formalità in vista della finale ma, in virtù di un incredibile 8-2, i locali ribaltarono il risultato ed eliminarono la squadra emiliana.

Il 4 agosto 2010, grazie al risultato sportivo, il Carpi venne ripescato dalla Figc in Seconda Divisione di Lega Pro e tornò a calcare i campi professionistici dopo dieci anni di assenza.

Mentre il club emiliano iniziava la sua salita verso i vertici del calcio italiano, vincendo nella stagione successiva il campionato di Seconda Divisione, l’A.S.D. Pianura non veniva iscritta al campionato di competenza per la stagione 2010-2011 a causa dell’abbandono da parte della proprietà.

Ordinarie storie di calcio. La prova che nella vita nessuna missione è impossibile e che la realtà riesce spesso a superare la fantasia.

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi