Connect with us

Pubblicato

il

pallone-legaproIl campionato di Prima Divisione Unica della Lega Pro si sta davvero concludendo in modo regolare (QUI il regolamento completo della categoria)?

Va concesso quanto meno il beneficio del dubbio, con buona pace del presidente Mario Macalli che pure ha le sue gatte da pelare. Oggi si discute, davanti al TFN, il deferimento disposto a suo carico dalla Procura Federale per l’annoso caso Pergocrema (leggi QUI).

Il fatto è che, a cinque giornate dalla fine del torneo, incombe sulle graduatorie la mannaia delle decisioni in mano al Tribunale Federale Nazionale sulla moltitudine di deferimenti decisi dalla Covisoc (“Lega Pro, siamo a quota 13 deferimenti”).

Alla fine dei giochi potrebbe risultarne ampiamente sovvertito il quadro dei Play Off (QUI il regolamento completo) e quello dei Play Out (QUI il regolamento completo).

A rischio anche la promozione diretta in Serie B dal girone A, considerato che il caso Novara sarà discusso il 10 aprile. Sul club piemontese gravano due deferimenti (QUI). Una eventuale penalizzazione irrogata alla capolista potrebbe comportare la perdita della testa della classifica, a vantaggio delle inseguitrici.

A questo quadro, già piuttosto deprimente, si aggiunge lo spezzatino imposto dalla Lega di Firenze in nome dello streaming di tutte le gare assegnato a Sportube (QUI e QUI).

In virtù di questa scelta le gare si giocano a tutte le ore spalmate almeno su quattro giorni alla settimana, per consentire le dirette streaming delle partite.

Solo nell’ultima di campionato le gare saranno giocate tutte contestualmente e allo stesso orario. In passato questo avveniva quasi sempre, escluse le dirette tv. Era comunque obbligatorio nelle ultime tre giornate di campionato. Per l’ovvia ragione di non creare interferenze sulle classifiche finali.

Alla luce di queste premesse, si potranno considerare davvero attendibili le classifiche finali della Prima Divisione? Forse che tutto sta diventando un optional, in terza serie nazionale? A vigilare sulla regolarità del torneo e rendere conto ai tifosi sempre più disincantati, chi ci pensa?

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi