Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Pallone-ufficiale-Lega-PRO

Il 17 luglio il Consiglio Federale ha diramato l’elenco delle squadre ufficialmente ammesse in Prima Divisione Unica di Lega Pro (QUI tutti i dettagli).

I criteri per le procedure di ripescaggio validi per la stagione 2015-2016 sono stati resi tramite il comunicato 327/A della Figc (leggi QUI i criteri nel dettaglio).

Facciamo il punto della situazione.

– ONERI FINANZIARI. Le società interessate ai ripescaggi dovranno farsi carico della fideiussione prevista per l’iscrizione, fissata in 600.000 euro per i club nuovi entrati (contro i 400.000 euro che saranno versati dai club confermati quest’anno nella categoria). E’ stato fissato in 500.000 euro il versamento a fondo perduto. Un importo che sembra insostenibile per la quasi totalità dei club, in tempi grami come quelli che stiamo vivendo. 

– STADI. In quanto all’impiantistica la normativa già in vigore lo scorso anno, che di fatto impedì il passaggio in Lega Pro alle due finaliste dei Playoff (Correggese e Akragas), non consente l’utilizzo di stadi in deroga per le società ripescate dalla Serie D (QUI i dettagli sugli stadi in deroga).

RIAMMISSIONI.In materia di iscrizioni si prevede un’estate ancora più calda del solito in rapporto alla delicata situazione societaria di molti club e allo scandalo delle partite truccate. Il calcioscommesse induce a ritenere che, ai ripescaggi, si affiancheranno le riammissioni (leggi “Prima Divisione Lega Pro, tra ripescaggi e riammissioni). 

FORMAT INVARIATO? La Lega Pro naviga in acque non certo tranquille. L’esito della procedura di iscrizione (con 3 club esclusi + 12 ammessi con riserva) avvalora l’ipotesi che il format federale potrebbe subire un taglio più o meno drastico. L’esagerata onerosità dei ripescaggi rappresenterebbe la scorciatoia per accelerare la riforma promessa da Tavecchio. Il Consiglio Direttivo della Lega Pro, con una nota stampa diffusa in data 08/06/2015, ha smentito qualsiasi riduzione di organico in terza serie nazionale e confermato i tre gironi (QUI il comunicato integrale), ma la realtà dei fatti non induce ad alcun ottimismo.

RIFLESSI SULLA SERIE D. La questione riguarda molto da vicino anche la Serie D, visto che il numero di esclusioni potrebbe essere quest’anno molto alto e che l’iscrizione incombe (scadenza 30 giugno). In questa categoria, proprio per stilare una graduatoria in previsione degli eventuali ripescaggi in terza serie nazionale, si sono giocati i Playoff (QUI). Certo è che sia i paletti economici che quelli infrastrutturali potrebbero rappresentare un ostacolo insuperabile per i club di LND al momento orientati verso questa procedura.

Lui. Bel. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film