Connect with us

Pubblicato

il

Gambe & Pallone 1LEGGI
per gli aggiornamenti

Lega Pro 2015-16, quale sarà il format di partenza?

Il ripristino del format federale a 22 della nuova Lega Nazionale Professionisti B (da cui l’acronimo LNPB) pone il presidente della cadetteria, Andrea Abodi, di fronte ad almeno tre criticità.

Oltre a quello lasciato libero dal Parma, potrebbero essere altre due le caselle vuote in LNPB da qui a metà agosto (“Serie B, saranno riammessi fino a tre club?”).

Una circostanza che, inevitabilmente, innescherà una serie di reazioni a catena in Prima Divisione Unica di Lega Pro e in Serie D. Si apre la solita lunga estate calda del calcio italiano, che quest’anno potrebbe essere molto più torrida degli altri anni.

La terza serie nazionale sta facendo i conti con la più grave crisi della sua storia, che ha portato alle dimissioni di Mario Macalli dopo una presidenza incontrastata protrattasi per ben 18 anni.

La Lega di Firenze è al momento  commissariata. Il format sarà drasticamente ridotto, come ha più volte confermato il presidente della Figc Carlo Tavecchio.

Tuttavia, analogamente alla B, per la stagione 2015-16 dovrebbe coincidere con quello federale  ovvero tre gironi da venti squadre ciascuno. Ciò è tanto vero che sono stati confermati i ripescaggi (QUI i criteri).

Resta aperta la spinosa questione del fondo perduto. I 500mila euro di contributo straordinario tengono la quasi totalità delle possibili candidate ben lontane dall’idea di partecipare alla procedura. A meno che il Consiglio Federale alla fine non si rimangi tutto, in ossequio al mantenimento del format da esso stesso deciso e confermato proprio dalla ammissibilità dei ripescaggi.

Mentre si cerca di decifrare come andranno realmente le cose e quanti posti si libereranno in Prima Divisione Unica, Calciopress monitora la procedura delle iscrizioni in Lega Pro in tempo reale e con più aggiornamenti giornalieri (cliccate “Lega Pro live, tutte le escluse in tempo reale“).

È possibile che, a bocce ferme, le caselle vuote da riempire per completare il format della terza serie nazionale saranno molto più numerose di quanto si riesca a immaginare.

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi