Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Arrigo SacchiGrande la soddisfazione espressa da Evani al rientro della Nazionale Under 20 dalla Polonia, dove si è concretizzata la vittoria nel Torneo “Quattro Nazioni” giunta dopo dieci anni di digiuno (leggi QUI tutti i particolari).

Il tecnico azzurro,  in un’intervista tratta dal sito web della Figc, spiega: “Sono veramente molto felice. È una vittoria che premia il lavoro svolto in questi anni. Eravamo partiti male con la Germania, poi i ragazzi hanno capito come bisognava lavorare per poter raggiungere traguardi importanti e peraltro molti di loro hanno avuto la possibilità di passare in Under 21. In generale, questo risultato certifica la qualità di quanto è stato seminato in tutta la filiera delle Nazionali giovanili, dalla Under 15 in su”.

Un lavoro impostato quattro anni fa da Arrigo Sacchi (nella foto) e proseguito nel biennio successivo da Antonio Conte.

Evani, che ha attraversato l’intero quadriennio, offre una valutazione complessiva della sua esperienza in seno alle Nazionali giovanili azzurre: “Il primo anno abbiamo incontrato non poche difficoltà e riscontrato un divario sensibile rispetto ad altre nazioni. Piano piano siamo partiti focalizzando la nostra attenzione sulle categorie inferiori: in particolare, oggi raccogliamo i risultati con le Under 17 maschile e femminile, la Under 20, la Under 21, e con la Under 19 in corsa per la qualificazione nel torneo Elite UEFA Euro. Se oggi continuiamo a veder crescere diversi ragazzi interessanti, il merito è di tutta la catena, di chi ha investito e investe nello sviluppo”.

Il successo nel Torneo “Quattro Nazioni” valorizza in maniera particolare il lavoro delle cosiddette “squadre sviluppo”, un contesto in grado di assicurare continuità al processo di crescita e formazione tecnica dei calciatori di alto livello.

Precisa ancora Evani: “Per semplificare e far comprendere quali siano gli obiettivi di questa categoria specifica, possiamo definirla un ‘ibrido’, esattamente come la Under 18 del resto, ma importantissima per garantire continuità di ricambio negli anni a venire, oltre che di supporto nell’immediato. Prendiamo ad esempio la scorsa stagione, dove la Under 21 completava il proprio ciclo biennale. Tramite la Under 20 siamo stati in grado di mettere a disposizione di Gigi Di Biagio ragazzi costruiti sulla base di concetti comuni, pronti per poter essere innestati nel livello superiore. Nel corso dell’anno ne sono stati poi inseriti altri 5 o 6, ora siamo concentrati sulla classe ’96”.

Archiviato il torneo, Evani è già proiettato verso i prossimi impegni, ovvero la gara amichevole che l’Italia disputerà il 27 aprile a Legnano contro la Danimarca: “Nei prossimi giorni ci confronteremo con Di Biagio per vedere se integrare o meno elementi che hanno avuto meno spazio, e trarremo le conseguenze per impostare il lavoro per il prosieguo della stagione”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film