Connect with us

Pubblicato

il

Pallone Ufficiale NazionalePer i 54 club arruolabili nella Prima Divisione Unica di Lega Pro è scaduto, lunedì 20 giugno, il termine concesso per l’adeguamento ai rigorosi Criteri Infrastrutturali previsti per il rilascio delle Licenze Nazionali degli impianti utilizzati nelle partite interne. 

Si tratta di una tappa fondamentale nell’avvicinamento all’altra scadenza del 30 giugno, data limite per depositare la domanda di iscrizione alla terza serie nazionale.

A prescindere dal rispetto i tutti gli altri requisiti richiesti i passaggi critici sono numerosi e discriminanti. Ciascuno di essi potrebbe rappresentare un ostacolo insuperabile per l’ammissione in Lega Pro. Facciamone una breve sintesi:

1) La Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi dovrà valutare la documentazione comprovante la conformità alla normativa dell’impianto utilizzabile almeno fino al termine della stagione sportiva 2016-2017 o, comunque, per tutte le gare ufficiali che si terranno nella medesima stagione sportiva.

2) La medesima Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi dovrà verificare anche la piena conformità della convenzione d’uso prodotta dalle singole società.

3) Nel caso in cui la società aspirante al rilascio della Licenza non disponga di un impianto nel proprio comune, dovrà essere inoltrata un’istanza per ottenere la deroga a svolgere l’attività per la stagione 2016/2017 in un impianto non ubicato nel proprio comune, corredata dalla documentazione di idoneità e nulla osta del Prefetto.

4) Entro il termine del 24 giugno 2016 la Lega Italiana Calcio Professionistico dovrà fornire alla Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi il parere sulla istanza in deroga, da concedersi in via eccezionale e per fondati motivi.

5) Entro lo stesso termine del 24 giugno 2016 la Lega Italiana Calcio Professionistico deve certificare alla Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi  la conformità ai requisiti infrastrutturali richiesti dalla Lega Pro dell’impianto indicato.

6) Non sono ammesse deroghe di alcun tipo per i club che chiederanno il ripescaggio in Lega Pro, procedura correlata alla decisione del presidente Gabriele Gravina di ripristinare il format da 54 a 60.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni2 settimane fa

La Juventus si riprende il talento di Sofia Cantore: sarà qualcosa di travolgente?

Quando nella stagione 2020-21 Sofia Cantore fu trasferita alla Florentia San Gimignano, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni...

Editoriali2 settimane fa

Superlega Serie A femminile: un occhio di riguardo per i vivai

Per certificare il ruolo cruciale dei settori giovanili nella prossima Superlega professionistica della A femminile, è necessario tenere bene a...

Opinioni3 settimane fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Editoriali3 settimane fa

Serie A e Serie B femminili: mancano pochi giorni alle iscrizioni

Il termine di scadenza per le iscrizioni ai campionati di Serie A e Serie B femminile incombe. Entro le ore...

Opinioni4 settimane fa

Calcio femminile, non solo Superlega: e la copertura mediatica?

La Serie A Femminile – con il passaggio al professionismo – deve stabilire la sua mission, che passa attraverso un...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni3 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi