Connect with us

Pubblicato

il

Gambe & Pallone 4Se ben 52 dei 54 club aventi diritto si erano messi (almeno formalmente) in regola alla scadenza del 30 giugno, termine perentorio per la presentazione della domanda di iscrizione al campionato 2016-17 di Prima Divisione Unica della Lega Pro, le intrinseche difficoltà economiche segnalate a carico di molte società stanno venendo inevitabilmente a galla.

Al Martina Franca e allo Sporting Bellinzago (neopromosso in terza serie nazionale), che non avendo depositato la domanda entro il termine prescritto si erano di fatto autoesclusi dalla categoria, si aggiunge ora la Virtus Lanciano.

Il club frentano, guidato dalla famiglia Maio e appena retrocesso dalla Serie B, ha comunicato ufficialmente che non parteciperà al prossimo campionato di terza serie nazionale.

Il format della Lega di Firenze cala dunque da 54 a 51. Tenuto conto che un numero imprecisato di domande sono state inoltrate il 30 giugno in modo incompleto, in quanto non conformi alle rigorose incombenze previste dalla procedura di rilascio delle Licenze Nazionali, il numero di società ammesse alla Prima Divisione potrebbe calare in modo anche significativo.

Per ripristinare il format federale a 60, secondo la volontà espressa in nome e per conto dell’assemblea dei club dal presidente Gabriele Gravina, bisognerà pertanto ricorrere ai ripescaggi.

Una procedura a sua volta regolata da norme e requisiti ferrei. Potrebbero essere veramente pochi i club con tutte le carte in regola per partecipare (“Lega Pro 2016-17, requisiti per partecipare ai ripescaggi?“). 

Sono ancora parecchie, dunque, le tifoserie di terza serie nazionale che non possono dormire sonni tranquilli. Nel contempo sembrano arruolabili alle procedure di ripescaggio soprattutto i club di Serie D, con i limiti imposti dalla rigorosità della normativa (“Ripescaggi Lega Pro 2016-17, arruolabili soprattutto società di Serie D?“).

LEGGI

Iscrizione Lega Pro 2016-17, lo scoglio fideiussione

Lega Pro 2016-17, iscrizione a tutti i costi?

 Lu. Cian. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi