Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

GuantiPer ripristinare il format federale a 60, che resta in vigore anche nel campionato 2016-17 in attesa della riforma programmata entro agosto dalla Figc del presidente Carlo Tavecchio,  la Prima Divisione Unica della Lega Pro potrebbe dover fare i conti con una significativa diminuzione dei club aventi diritto all’iscrizione (“Lega Pro 2016-17, il format si sgonfia?“).

L’integrazione dell’organico per la quale preme la Lega del presidente Gabriele Gravina, apre dunque la strada ai ripescaggi.

È prevedibile che molte delle società arruolabili resteranno escluse, considerati i criteri molto severi e penalizzanti che dovranno essere rispettati (“Ripescaggi Lega Pro 2016-17, chi ha i requisiti?“).

Si prospetta dunque la concreta possibilità che possano usufruire della procedura, in prevalenza, club provenienti dalla Serie D (QUI).

Per le società ripescabili dalla LND, a prescindere dal completamento di tutti i complessi passaggi necessari, uno dei punti più critici è forse rappresentato dalla disponibilità di uno stadio a norma.

Si impone, pertanto, il rispetto pedissequo di specifici criteri infrastrutturali (QUI).  

Per i club che chiederanno il ripescaggio in Lega Pro, infine, non sono ammesse deroghe di qualsiasi tipo. Un dato che di fatto potrebbe, da solo, ridurre drasticamente il drappello delle papabili.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film