Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Pallone-ufficiale-Lega-PROSono sessanta i club di Prima Divisione Unica che disputeranno il campionato 2016-17, suddivisi in tre gironi da venti (QUI).

Un numero che la nostra testata non esita a definire francamente pletorico, per questo livello di calcio professionistico (“Lega Pro a 60, una questione di sostenibilità“).

Per ragioni che abbiamo precisato in altro articolo Calciopress ha deciso di seguire, con focus periodici, solo il girone A. Tenuto conto del congruo numero di società messe nel mirino, potremo offrire un significativo spaccato della terza serie nazionale (“Calciopress tra girone A di Lega Pro e Azzurrini“).

Lo faremo alla luce non tanto e non solo dei risultati ottenuti una settimana via l’altra ma anche, e soprattutto, delle criticità che assillano questa categoria.

L’opportunità di studiarle più da vicino, limitando il raggio d’orizzonte a venti squadre peraltro assai rappresentative della Lega Pro di Firenze guidata dal presidente Gabriele Gravina, sarà per noi un vantaggio.

In attesa dei calendari (appuntamento giovedì 11 agosto al Teatro Regio di Parma), ci avventuriamo in una prima e molto parziale analisi delle venti società iscritte.

– Le quattro favorite. Quattro club sembrano disporre di un organico che li mette una spanna buona sopra gli altri. In ordine rigorosamente alfabetico sono: Alessandria, Arezzo, Cremonese e Livorno.

– Le lombarde, solide realtà di terza serie. Como, Giana Erminio, Piacenza, Pro Piacenza e Renate rappresentano altrettante consolidate realtà in terza serie. Il Como e il Piacenza (neopromosso dalla serie D), aspirano a risalire in categorie più consone alle piazze che rappresentano.

Le toscane, gruppo forte e rappresentativo. Con l’eccezione della Carrarese (rinata miracolosamente dalle ceneri del club fallito e ancora tutta da decifrare), gli altri club toscani (Lucchese, Pistoiese, Pontedera, Prato, Robur Siena e Tuttocuoio) sono espressione di un’oggettiva solidità tecnico-organizzative che appare del tutto consona a questi livelli di calcio professionistico.

– Le romane. Lupa Roma e Racing Club Roma (entrambe ripescate) sono sulla carta un’incognita, in quanto punteranno su una rosa giovane e volitiva.

La sarda. L’Olbia, anch’essa ripescata dalla Figc, può contare sull’entusiasmo di una dirigenza competitiva e di una piazza ricca di tradizione.

La laziale. La Viterbese potrebbe essere la sorpresa del girone in quanto il suo vulcanico presidente, Piero Camilli, è un grande esperto di terza serie nazionale e ha già traghettato in Serie B il Grosseto.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film