Connect with us

Pubblicato

il

Gambe & Pallone 6La triste deriva del calcio italiano a livello di Nazionale e di club è certificata dalla 13a posizione nel Ranking Fifa e dalla 6a posizione nel Ranking Uefa stagionale valido per la stagione 2017-2018 (QUI) a pari merito con il Portogallo.

Spagna e Germania sono ormai distanti anni luce, irraggiungibili per un sistema disastrato come il nostro. Riagganciare l’Inghilterra in terza posizione potrebbe diventare una missione impossibile.

La Juventus, bloccata sul pareggio allo Stadium dal Siviglia, dimostra che la dominatrice della Serie A italiana inizia a trovare insormontabili difficoltà appena mette il naso fuori la porta di casa.

La mesta figura dell’Inter, sopraffatta al Meazza nientemeno che dal Beer Sheva, attesta che il provinicialismo del calcio italiano è ormai un dato di fatto.

Ci salva la faccia il Sassuolo, imbottito in controdenza di giocatori italiani. I neroverdi strapazzano gli spagnoli dell’Athletic Bilbao, non proprio gli ultimi venuti. A riprova che lavoro e determinazione, coniugati a una dirigenza visionaria e illuminata (in questo caso la Mapei), rendono ogni traguardo raggiungibile.

Intanto i vivai languono e la Nazionale di Ventura non può contare su ricambi validi, salvo naturalizzare in serie oriundi che offrano in qualche modo un salvagente ai naviganti che affondano.

Milioni di appassionati di questo sport bellissimo sono costretti da anni a guardare il calcio che conta dal buco della serratura. O, meglio, sugli schermi delle sempre più intrusive pay tv.

In questo caravanserraglio, gli stadi sono sempre più desolatamente vuoti.  I tifosi hanno ormai abbandonato la nave. Riconquistarli potrebbe trasformarsi in una missione impossibile.

leggiCalcio, quando anche i tifosi abbandonano la nave

 Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali5 ore fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 settimane fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato1 mese fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni1 mese fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi