Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Logo FIGCCarlo Tavecchio, presidente della Figc, ha riaffermato ai microfoni di Radio Anch’io Sport su Radiouno la sua intenzione di ridurre il numero di club del calcio professionistico italiano.

Il numero uno della Figc ha spiegato che le cose devono cambiare: “La serie A e le altre componenti professionistiche devono avere un ritocco numerico. Non si possono avere 102 società professionistiche. Questo rientra nell’idea che ho da tempo e che devo mettere faticosamente insieme per arrivare alla riduzione del numero delle squadre che porterebbe un aumento dei tifosi”.

Tavecchio ha intenzione di porre un ultimatum: “Tutto questo fa a pugni con questioni economiche, ma va messo davanti all’interesse primario. Queste settimane incontrerò tutti i componenti, farò un ultimatum, tirerò le somme, ma bisogna andare a dama”.

“L’ideale sarebbe una Serie A a 18 squadre, 20 per la B e 2 gironi da 20 in Lega Pro. E’ la madre di tutte le battaglie, va presa in considerazione, anche perchè bisogna regalare interesse maggiore al campionato”, ha proseguito.

I tempi si prospettano però molto lunghi: “Non si può ridurre il campionato in uno-due anni. Si fa un piano quadriennale o triennale. È la madre di tutte le battaglie, va presa in considerazione, anche perché bisogna regalare interesse maggiore al campionato”.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film