Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

GuantiNel Girone A si è giocata domenica 25 settembre la 6a giornata di campionato (leggete QUI la 6a giornata in un solo clic ).

La sintesi. Sono state segnate 23 reti. Il turno passa in archivio con sei vittorie interne, un solo pareggio (il 2-2 tra Lucchese e Arezzo) e tre successi esterni (appannaggio di Giana Erminio, Piacenza e Robur Siena). Sono rimaste solo due le squadre ancora  imbattute (Alessandria e Viterbese). Sempre due i club che non hanno incassato finora i tre punti e restano a secco di vittorie (Lucchese e Prato). Nessun pareggio fin qui per quattro squadre che non hanno mezze misure (Alessandria, Carrarese, Pro Piacenza e Racing Roma). Si registra la prima tripletta stagionale, segnata da Francesco Marano della Viterbese (che in carriera già corposa aveva segnato appena 9 reti). Una sola doppietta (Taugourdeau del Piacenza). In testa alla classifica marcatori sono in cinque con quattro reti (Gonzalez dell’Alessandria, Brighenti della Cremonese, Bruno del Giana Erminio, Taugourdeau del Piacenza e Shekiladze del Tuttocuoio).

L’Alessandria non perde un colpo. Risolve con facilità al Moccagatta anche la pratica Como, grazie alle reti di Mezavilla e Bocalon. I grigi guidano la classifica a punteggio pieno. Possono contare su una rosa sontuosa. Al momento non si capisce chi potrà tenere il passo dei piemontesi. Domenica prossima la squadra di Braglia replica in casa con la Cremonese, in una gara che i lombardi non possono permettersi di perdere.

La Cremonese di Tesser perde il derby del Po con il Piacenza, in uno Zini mai così pieno e ribollente di tifo (oltre 5000 tifosi sulle tribune, di cui 600 piacentini). La doppietta dell’eccellente Taugourdeau complica molto la vita ai grigiorossi in chiave promozione diretta. La rete di Scappini conta solo ai fini statistici. Il distacco dall’Alessandria sale a cinque punti. Domenica il confronto diretto allo Zini potrebbe tagliare le gambe al club caro a patron Arvedi.

Al terzo posto c’è la Viterbese. Una sorpresa solo per chi non ha dato una scorsa alla rosa (costruita su misura per la Lega Pro) e non conosce l’ambizione del vulcanico presidente Piero Camilli.  I gialloblù di Cornacchini soffrono nel primo tempo ma, nella ripresa, strapazzano il Renate del bravo Foschi. Risolve la gara una tripletta di Marano (entrato nel secondo tempo al posto di Ansini). Domenica la Viterbese se la vedrà a Tivoli con la Lupa Roma. Ci sarà da divertirsi per i tifosi laziali, che iniziano a sognare a occhi aperti.

Regge l’Arezzo, che recupera due reti al Porta Elisa e infrange le speranze della Lucchese di brindare alla prima vittoria. Galderisi pensava che fosse fatta, dopo le reti segnate da Terrani e Bruccini. Ma prima il rigore di Moscardelli (al suo primo timbro stagionale) e poi il gol del giovane Polidori realizzano una rimonta che sembrava impossibile alla fine del primo tempo.

Il Livorno esce con le osse rotte dalla trasferta di Olbia e capisce che uscire dalla Lega Pro non sarà una passeggiata. Foscarini dovrà estrarre un coniglio dal cilindro per riportare l’ottimismo tra i tifosi labronici. Bene la Giana Erminio che, grazie a bomer Russo, ottiene una bella vittoria in casa del Tuttocuoio.  

Prima rotonda vittoria per la Pistoiese che travolge in casa la malcapitata Carrarese. Arriva un bel successo esterno anche per la Robur Siena. I bianconeri condannano all’ultimo posto un Prato incapace di fare punti anche al Lungobisenzio.

Il Racing Roma regola la Lupa Roma nel derby capitolino e conferma di aspirare a una tranquilla salvezza. Chiude la giornata la vittoria interna del Pro Piacenza a spese di un Pontedera che perde l’imbattibilità.

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film