Connect with us

Pubblicato

il

Pallone Ufficiale Nazionale 1I numeri non mentono mai. Sono inequivocabili. Danno forma a sensazioni diversamente impalpabili. In Italia i tifosi stanno per abbandonare la nave, che pare destinata a una miserevole deriva (“Calcio, quando anche i tifosi abbandonano la nave”).

Un sondaggio commissionato da Repubblica a Demos mostra che, se ancora il 38% degli italiani si continua a dichiarare “tifoso di calcio”, il dato si attesta 14 punti al di sotto di quello del 2010 ed è sceso di 20 punti rispetto alla percentuale del 2009.

Il popolo dei tifosi si va rattrappendo. Ne sono prova provata gli stadi mediamente semivuoti (in certi casi proprio vuoti) che rendono mesti i campionati professionistici dalla Serie A alla Lega Pro (“Un calcio triste, solitario y final“).

Il calcio ha smesso da tempo di essere il “rito” di una volta. Lo stadio non è più il ”tempio” dove si celebrava la cerimonia. Le partite, giocate in tutti i giorni e a tutte le ore, sono ormai ridotte a uno spettacolo televisivo il cui palinsesto viene deciso dalle pay per view (di fatto la principale forma di sostentamento economico di club inabili a costruirsi risorse diverse e ulteriori).

Accade anche negli altri paesi europei, dove però gli stadi continuano a essere belli pieni. La Premier League inglese, la Bundesliga tedesca, la Liga spagnola e la stessa Ligue 1 francese stanno facendo mangiare la polvere alla serie A. In terza serie nazionale il gap, tra la Lega Pro e la corrispondente categoria inglese, League One e League Two, è abissale.

Negli ultimi anni, in Italia, anche l’audience delle pay per view comincia però a viaggiare in controtendenza e appare in costante calo.

Il mediocre livello tecnico delle partite, l’invasione pilotata di giocatori stranieri a fine carriera e/o di infimo valore, la sostanziale cancellazione dei vivai (con il mancato ricambio a livello della Nazionale maggiore) e la vetustà degli stadi sono alcuni dei fattori implicati nell’emorragia di spettatori (anche se solo da divano) che appare al momento inarrestabile e irreversibile.

Una larga parte dei tifosi di calcio italiani preferisce seguire ormai i campionati esteri, considerati più interessanti e credibili dei nostri.

Da questo disincanto – sulla spinta di un’indifferenza crescente verso le vicende calcistiche (il peggiore di tutti i mali possibili) – si è passati, con la sostanziale connivenza di un apparato dirigenziale inidoneo a cambiare lo stato delle cose, alla delusione e poi alla diserzione. Ma il peggio deve ancora venire.

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali7 giorni fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni3 settimane fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Opinioni2 mesi fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film