Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

GuantiSi torna a parlare di ripescaggi in Lega Pro, anche per il campionato 2017-2018. Il Consiglio Federale ha già approvato, all’unanimità, costi e regole della procedura per la terza serie nazionale guidata da Gabriele Gravina (leggi QUI).

Nel frattempo il format, mentre i playoff sono ancora in corso e il campionato deve emettere i suoi verdetti finali, si è già ridotto di un’unità passando da 60 a 59 (leggi QUI).

I playout hanno nel contempo condannato alla retrocessione in Serie D ben sei club che l’anno scorso si erano svenati per raggiungere l’obiettivo di rientrare in Lega Pro passando per il buco della serratura.

Ricordiamo che la scorsa estate erano state ripescate dalla Figc 10 società (Fondi, Forlì, Lupa Roma, Melfi, Olbia, Paganese, Racing Club Roma, Reggina, Taranto e Vibonese). Per mantenere il format federale a 60, la rinuncia del Bellinzago aveva consentito inoltre la riammissione in Lega Pro del Fano.

Ebbene, al termine della stagione regolare 2016-17 e dei successivi playout ben sei dei club ripescati sono tornati in Serie D con la coda tra le gambe. Si tratta di Forlì, Lupa Roma, Melfi, Racing Club Roma (retrocessione diretta), Taranto (retrocessione diretta) e Vibonese.

La prova provata che i ripescaggi, oltre a essere una pratica sleale che non trova riscontro in Europa con questa pervicacia, sono inutili e pericolosi per la maggior parte dei club che decidono di aderire. Quando arriverà il momento di dire basta a salvaguardia di bilanci societari già pericolosamente in bilico?

Sa. Mig. – www.calciopress.net                                                 

 

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film