Connect with us

Pubblicato

il

Guanti portiereIl campionato 2016-17 di Lega Pro non si è ancora concluso. Otto club si stanno sfidando per conquistare il quarto posto utile per la B.

Accade però che l’interesse degli addetti ai lavori, e della gran massa dei tifosi esclusi dalla lotteria dei playoff, venga catturato dalle aspre criticità di una categoria da troppo tempo in sofferenza piuttosto che dai risultati che scaturiranno dal campo.

Il capolinea potrebbe essere più vicino di quanto si creda per la terza serie nazionale che, a partire dal prossimo torneo, tornerà a essere la vecchia e rimpianta Serie C di una volta.

Gli allarmi arrivano da più parti. Il primo a lanciarli è lo stesso presidente della  Lega di Firenze, Gabriela Gravina. Pur continuando a battersi come un leone per cambiare lo stato delle cose, il numero uno di Lega Pro non smette di sottolineare che lo stato economico della categoria è tale da metterne a rischio la sopravvivenza (QUI). Minaccia di non far iniziare il prossimo torneo, se non saranno presi provvedimenti concreti sulla mutualità.

In mezzo a questo marasma si riaffaccia lo psicodramma ripescaggi. Nonostante l’esito fallimentare della stagione appena conclusa per i club “premiati” la scorsa estate (QUI), le norme sono state già fissate all’unanimità anche per il campionato 2017-18 dal Consiglio Federale presieduto da Carlo Tavecchio.

Si moltiplicano gli annunci di club propensi a partecipare all’annuale telenovela. La spinta del contesto finirà, more solito, per prevalere sulle ragioni di bilancio.

Il risultato finale sarà una lotta tra poveri che prolungherà sine die il rito dell’iscrizione al torneo di terza serie, senza consentire alcun tipo di seria programmazione a tutti i livelli. Un film già visto del quale sarà protagonista una procedura sleale e ingiusta, che nessuno riesce proprio a cancellare.

Quando ormai da lustri la conservazione del format federale si basa sull’abuso dei ripescaggi, il fondo è stato abbondantemente toccato. Come si può andare avanti così, navigando a vista?

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 giorno fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: ma sarà vera gloria?

Il passaggio al professionismo ridurrà a dieci il numero dei club iscritti alla Serie A femminile. Una riforma (affrettata?) da...

Editoriali1 giorno fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi