Connect with us

Pubblicato

il

GuantiLa data limite è il 30 giugno, termine perentorio di scadenza per depositare la domanda di ammissione al campionato di Lega Pro 2017-2018, che tornerà a chiamarsi Serie C. Altra fondamentale scadenza è quella del 26 giugno. La procedura che le società dovranno percorrere per ottenere le Licenze Nazionali propedeutiche all’iscrizione è complessa e tortuosa. Impossibile al momento prevedere il numero di club che riusciranno a completare le pratiche in tempo utile. Cerchiamo di fare il punto della situazione al 19/6/2017.

– Scadenza 26 giugno. Depositare presso la Co.Vi.So.C. una dichiarazione attestante l’avvenuto pagamento degli emolumenti dovuti, fino al mese di maggio 2017 compreso, ai tesserati, ai dipendenti e ai collaboratori addetti al settore sportivo con contratti ratificati dalla competente Lega o l’esistenza di contenziosi allegando la documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria Depositare presso la Co.Vi.So.C.,  l’avvenuto pagamento dei compensi, ivi compresi gli incentivi all’esodo, dovuti ai tesserati, fino al mese di maggio 2017 incluso, in forza di accordi, depositati presso la Lega competente, direttamente e/o indirettamente collegati al contratto economico, fatta salva l’esistenza di contenziosi per i quali andrà allegata la documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria; Depositare presso la Co.Vi.So.C l’avvenuto pagamento degli emolumenti, ivi compresi i compensi professionali assoggettati ad IVA, dovuti dal 1 luglio 2016 al 31 maggio 2017 al Medico Responsabile Sanitario, Operatori Sanitari prima squadra, Preparatori Atletici prima squadra, Delegato e Vice Delegato alla sicurezza, Delegato ai rapporti con la tifoseria, Dirigente Responsabile della Gestione, Segretario Generale/Sportivo, Responsabile Amministrazione, Finanza e Controllo, Responsabile Ufficio Stampa, Responsabile Marketing/Commerciale, Responsabile del Settore Giovanile, Team Manager, Direttore Sportivo o l’esistenza di contenziosi allegando la documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria. L’inosservanza del suddetto termine, anche con riferimento a uno soltanto degli adempimenti previsti dai precedenti punti 2), 3) e 4) costituisce illecito disciplinare ed è sanzionata, su deferimento della Procura Federale, dagli organi della giustizia sportiva con la penalizzazione di un punto in classifica da scontarsi nel campionato 2017/2018.

– Scadenza 30 giugno. Il deposito della domanda dovrà avvenire entro il 30 giugno 2016. Tale termine è inderogabile e perentorio. Ai sensi di quanto previsto dal Sistema Licenze Nazionali, è posto a pena di decadenza. La carenza di tale requisito non è sanabile in un momento successivo e comporta l’automatica cancellazione dalla terza serie nazionale.

– Quale format? Le aventi diritto all’iscrizione sono al momento 59 (QUI). Il presidente della Lega di Firenze Gabriele Gravina intende mantenere comunque il format federale a 60, colmando i posti rimasti eventualmente liberi con apposita procedura di ripescaggio di cui devono essere ancora precisati i termini di scadenza. 

– Quanti club  faranno domanda? Quante delle 59 aventi diritto presenteranno domanda? Quante saranno di fatto ammesse a partecipare al campionato 2017-18? Quante partiranno con punti di penalizzazione per non aver ottemperato nei tempi prescritti alle procedure previste per il rilascio delle Licenze Nazionali, alterando per l’ennesima volta le classifiche dei gironi già dall’avvio della stagione?

– Come andò nella stagione 2016-17?  Il 30 giugno 2016 presentarono domanda 52 club su 54 aventi diritto (si autoesclusero Martina Franca e Sporting Bellinzago). Domanda incompleta per otto società, bocciate in prima istanza (Casertana, Lucchese,  Maceratese, Paganese, Pavia, Rimini, Robur Siena e Virtus Lanciano). Il Consiglio Federale, nella seduta convocata martedì 19 luglio, prese atto del mancato ricorso di Pavia, Rimini e Virtus Lanciano (che furono pertanto escluse dal torneo di terza serie). Accolti i ricorsi di tutte le altre. Il format a 60 venne completato ricorrendo alle procedure di ripescaggio.

– Quali aspettative quest’anno? Notizie assai poco rassicuranti continuano ad arrivare dalle sedi di almeno dieci club. Una situazione che interessa anche una delle tre società retrocesse dalla Serie B, in rapporto ai noti problemi economici che assillano la discesa dalla cadetteria alla terza serie nazionale e che hanno condotto nel recente passato a svariati fallimenti.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali24 ore fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: ma sarà vera gloria?

Il passaggio al professionismo ridurrà a dieci il numero dei club iscritti alla Serie A femminile. Una riforma (affrettata?) da...

Editoriali24 ore fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi