Connect with us

Pubblicato

il

In serie C va in scena  il solito teatrino di mezza estate,  l’ennesimo da molti lustri a questa parte.

La Figc guidata da Carlo Tavecchio ha fissato in 56 il numero dei club ammessi a partecipare al campionato 2017-2018 (l’anno scorso furono 60, di cui 48 al termine delle iscrizioni e 12 dopo le procedure di ripescaggio-riammissione).

La Lega di Firenze ha dovuto fare buon viso a cattivo gioco. Il presidente Gabriele Gravina e il Consiglio Direttivo hanno deciso di suddividere il lotto delle società ammesse in tre squilibrati gironi: uno da 20 e due da 18 (QUI per una prima analisi).

Il girone A dovrà dunque giocare quattro gare in più. Solo un club su venti sarà promosso direttamente in Serie B. Per contro, le retrocessioni saranno due. Più fortunate le società inserite nei gironi B e C che, oltre a disputare quattro gare in meno, dovranno fare i conti con una sola retrocessione.

Rimane poco comprensibile e tanto meno condivisibile, anche sotto il profilo delle maggiori spese da affrontare per trasferte, una linea di condotta che pone su piani oggettivamente diversi i club inseriti nel girone A rispetto a quelli che hanno avuto la sorte di trovarsi catapultati negli altri due gironi.

Tutto avviene in un silenzio mediatico assordante, anche perché il campionato di terza serie non gode da tempo di alcuna attenzione da parte della stampa sportiva nazionale. Si tratta di una categoria sostanzialmente relegata a livello provinciale.

Ma con l’avvento della nuova governance affidata a Gravina non avrebbero dovuto cambiare radicalmente percorsi e prospettive? Cosa bisognerà ancora vedere per toccare il fondo?

Redazioneweb – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: ci sono voluti 50 anni per il professionismo

“Siamo fatti anche noi della materia di cui sono fatti i sogni: nello spazio e nel tempo di un sogno...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali2 mesi fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, un calcio che ha bisogno di ‘storie’

Eduardo Galeano è l’autore di uno dei libri più belli mai scritti per spiegare il mondo del pallone. “Splendori e...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi