Connect with us
Avatar

Pubblicato

il

Mancano solo dieci giorni al 30 giugno, data perentoria di scadenza per l’iscrizione al campionato 2018-19, ma la situazione è piuttosto complessa per i club di pertinenza della Lega di Firenze guidata dal presidente Gravina (QUI).

Il format federale è fissato a 60, ma le società iscrivibili sono al momento  59 (QUI).

Tuttavia un congruo numero è a forte rischio e destinato a sparire nella mattanza estiva che da lustri taglia i club della terza serie nazionale.

Le squadre B della Serie A sembrano decise a fare un passo indietro e, dunque, anche quest’anno sarà dato il via libera alla squallida telenovela dei ripescaggi. Una procedura iniqua che svuota le casse di società già in crisi per la mancanza di risorse  e per  la conseguente insostenibilità, ma comunque pronte a fare il passo più lungo della gamba.

Un problema che affligge le categorie al di sotto della Serie B. Ma anche nel campionato cadetto non mancano situazioni gravi da monitorare, a riprova della complessiva deriva economica del sistema calcio Italia.

Il cielo resta grigio su una Sere C che ancora non riesce a uscire dall’equivoco di un format ridondante e di una mission ancora da definire, nonostante gli sforzi oggettivamente messi in campo dalla governance Gravina.

Cosa succederà? Lo scopriremo solo all’antivigilia del campionato, come avviene da anni con regolarità svizzera,  con buona pace della regolarità di un torneo che ancora non riesce a mettersi al passo con i tempi.

Sa. Mig. – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film