Connect with us

Pubblicato

il

In Serie C il meccanismo dei ripescaggi potrebbe portare alla formazione di gironi più o meno sbilanciati.

Per tornare a 60 squadre sarebbe infatti necessario integrare, con almeno sette club, il format residuale a 53 (risultato dei 56 ammessi dalla Figc a cui vanno sottratti i 3 che verranno ripescati in B).

Accade però che appena in cinque fanno domanda di ripescaggio. L’avventata proposta delle Squadre B si trasforma in un flop cosmico e solo la Juventus aderisce alla procedura. Le altre quattro candidate sono il Prato (fresco di retrocessione dalla C)  e tre di D (Cavese, Como e Imolese).

In totale saremmo a quota 58, ma il Como (mancato deposito della fideiussione) e/o il Prato (non ha lo stadio) potrebbero restare fuori.

In sostanza il format balla ancora tra 58 (se fossero accolte tutte le cinque domande) e 56 (se ne fossero accolte solo tre). Va detto che esiste la concreta possibilità che l’organico diventi dispari, fermandosi a 57.

Nel primo caso verrebbero allestiti due gironi da 20 e uno da 18. Nel secondo uno da 20 e due da 18. Nel terzo saremmo alla beffa ttale per i club virtuosi che hanno seguito le regole.

Alleluia. I vertici del calcio italiano hanno di che essere molto compiaciuti con se stessi. Sono riusciti nella missione impossibile di far deflagrare l’ennesimo caos estivo. Il rischio implosione per la Serie C, di anno in anno, è sempre più vicino.

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi