Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

La matassa dei format di B e C non è stata ancora dipanata. Dopo quasi due mesi trascorsi inutilmente in uno sciatto scaricabarile tra Collegio di Garanzia del Coni e TAR e come in un drammatico gioco dell’oca organizzato sulla pelle dei tifosi, tutto ritorna nelle mani della Figc.

Il TAR ha rigettato le istanze dei club aspiranti al ripescaggio in Serie B  e dunque a decidere sarà il Tribunale Federale Nazionale (TFN), che si riunirà domani 28 settembre per decidere quale sarà il format della Serie B (e, a cascata, quello della C).  

Se il TFN dovesse ristabilire il format di serie B a 22 squadre, la sentenza diventerebbe immediatamente esecutiva. Se invece anche il TFN si pronuncerà a favore dell’attuale format a 19 squadre, per le società implicate nell’annosa vicenda non resterà altro che fare ricorso alla Corte di Appello Federale (CAF).

I cinque club sono però state obbligati dalla Lega Pro guidata da Gabriele Gravina (che oggi qualcuno ha nominato presidente in pectore della Figc) a giocare il quarto turno del campionato di Serie C nei rispettivi gironi tra il 28 e il 29 settembre.

Resta ancora in ballo il destino di Virtus Entella e Viterbese, ferme ancora ai box fino a data da destinarsi. Il club ligure del presidente Gozzi è di fatto riammesso dal Coni in serie B in forza delle Noif (in rapporto alla nota penalizzazione del Cesena). Il club gialloblù del presidente Camilli è destinato a prendere il suo posto nel girone A di serie C.

Il fatto è che la stessa Figc, vale a dire l’organismo che emana le Noif, ha impugnato la sentenza del Collegio di Garanzia. Un pasticciaccio brutto. Un’altra amara storia italiana difficile da spiegare e da tollerare. Un calcio avariato e indigeribile.

Chi pagherà per questo inaccettabile garbuglio, a parte i soliti disillusi tifosi?

Sergio Mutolo – www.calciopress.net

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film