Connect with us
Sergio Mutolo

Pubblicato

il

La vicenda in cui sono rimaste coinvolte Salernitana e Venezia è il colpo di coda al veleno di un mondo pallonaro allo stato quasi cachettico. La discutibile decisione di costringere due club a giocare una fondamentale partita di spareggio a oltre venti giorni dalla fine del torneo, in piena smobilitazione, è un insulto alla buona fede dei tifosi e di quanti ancora credono in questo sistema che sembra andare alla deriva. Non ha niente a che vedere con la lealtà sportiva e il diritto alle pari opportunità, che dovrebbe regolare il mondo dello sport a tutti i livelli

La stagione calcistica 2018-19 si chiude, così, ancora peggio di come era iniziata. Le turbolenze scoppiate nel torrido clima ferragostano hanno coinvolto la serie B, ma si sono riversate a cascata sulle categorie inferiori. Hanno provocato sconquassi problematici da gestire. Una situazione che ha costretto Gabriele Gravina a traslocare, in corsa, dalla Lega Pro di Firenze (dove è stato sostituito da Francesco Ghirelli) alla presidenza della Figc

Chi ne ha fatto maggiormente le spese è stata la serie C, che ha vissuto una delle fasi più drammatiche della sua storia. I casi che hanno coinvolto la Virtus Entella e la Viterbese (il loro campionato è partito solo a novembre),  la radiazione in corsa del Matera e del Pro Piacenza, le penalizzazioni a go-go, lo stravolgimento continuo delle classifiche. Una serie di circostanze, limitandosi a quelle di maggiore evidenza, che hanno falsato dalle fondamenta il campionato di terza serie nazionale.

La catena decisionale che ha portato alla disputa del play out fra Salernitana e Venezia è la ciliegina sulla torta avvelenata. Questo è il calcio moderno. Inutile illudersi. Al netto delle riforme e delle norme comportamentali che saranno più o meno introdotte, le cicatrici lasciate da questa stagione folle saranno estremamente difficili da rimarginare.

Sergio Mutolo

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 giorni fa

Serie A Femminile, i settori giovanili come plusvalore

La transizione della Serie A Calcio Femminile dallo status dilettantistico a quello professionistico, che si concretizzerà al termine della prossima...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Calcio Femminile, nuovi orizzonti per nuove prospettive

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il lontano 22 agosto 2020. La...

Editoriali1 settimana fa

Serie A Femminile, tutto il bello della domenica

Il calcio era entrato in crisi molto prima della pandemia. Veniva fatto correre a rotta di collo lasciando pochissimo spazio...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di “mission” e nuovo corso

La transizione verso il professionismo della Serie A Femminile – fortemente voluta dal presidente della Figc Gabriele Gravina e sostenuta...

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile, ad aprile si è giocato solo una volta!

Calciopress, con due successive riflessioni, ha sottolineato l’incredibile durata del campionato di Serie A Femminile stagione 2020-21 >>> LEGGI: “Serie...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A Femminile e l’ossigeno della “meglio gioventù”

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili>>>“Serie A Femminile  e ruolo dei...

Opinioni3 settimane fa

Alla Serie A Femminile serve un professionismo di sostanza

Nei mezzi di comunicazione di massa più influenti le notizie sono ridotte ai minimi termini. Stiamo parlando del campionato di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film