Connect with us

Pubblicato

il

Il 24 giugno è una data già da tempo cerchiata in rosso nell’agenda dei club di serie C. Non è una novità. Lunedì prossimo scadono i termini per l’iscrizione al campionato 2019-20. Da molti lustri le procedure di ammissione si sono rivelate aspre montagne da scalare per la terza serie nazionale, attualmente guidata dal presidente Francesco Ghirelli. Non resta che aspettare e capire cosa potrà accadere con le nuove e più stringenti regole varate dalla Figc di Gabriele Gravina. Potrà essere mantenuto il format federale a 60?

Quest’anno però ci sono problemi anche in serie B. A conferma che il virus dell’insostenibilità economica si sta diffondendo anche alle categorie privilegiate del sistema calcio italiano.

Il nuovo patron del Palermo ha garantito alla Gazzetta dello Sport che il club rosanero, scampato alla retrocessione diretta in C solo all’ultimo tuffo, sarà regolarmente iscritto al campionato. Il fatto è che servono 8 milioni di euro per riequilibrare i conti, più altri 5.5 milioni per saldare le ultime tre mensilità ai giocatori. Diversamente i controlli Covisoc non potranno essere superati. C’è infine anche una questione legata ai criteri infrastrutturali. Lo stadio Barbera deve essere risistemato e messo a norma. Non è una situazione facile. Non resta che aspettare. La scadenza è vicina.

Anche a Trapani non c’è stato nemmeno il tempo di festeggiare la promozione in B, ottenuta ai danni del Piacenza. I problemi economici, svelati dalla messa in mora dei giocatori, sono di nuovo venuti a galla. Allo stato delle cose non si sa se il club riuscirà a iscriversi in B. Ci sarebbe, a quanto pare, una cordata pronta a rilevare l’80% della società e poi sistemare le cose. Ma è davvero una corsa contro il tempo. 

Più rosea sembra invece la situazione del Chievo. Anche qui il presidente della società clivense, Campedelli, rassicura i tifosi che sarà in grado di iscrivere il club al campionato entro la data perentoria del 24.

Le ricadute sul format di serie C sono evidenti, nel caso dovesse mettersi in moto la serie di ripescaggi a catena indotta dalle mancate iscrizioni alla cadetteria. Un’altra estate calda per il mondo pallonaro italiano?

Sergio Mutolo

Annuncio pubblicitario
Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni14 ore fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Calciomercato3 settimane fa

Il talento di Sofia Cantore: è una predestinata, parola di Carobbi

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato popolare a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Editoriali1 mese fa

Stefano Braghin e la missione del calcio femminile in Italia

Il direttore della Juventus Women, Stefano Braghin, ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

Sembrerebbe proprio che la festa sia finita, per il calcio professionistico europeo e, di conseguenza, per quello italiano. La crisi...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile, per nuove prospettive puntare verso nuovi orizzonti

La prima partita del campionato di Serie A Femminile, stagione 2020-21, si è giocata il 22 agosto 2020. La maggior...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi - Direttore Editoriale: Berta Film