Connect with us

Pubblicato

il

La cura dei vivai avrà un ruolo cruciale per lo sviluppo e la consolidazione del calcio professionistico italiano in generale e per quello femminile in particolare. Lo sviluppo dei settori giovanili è un terreno aspro e difficile da percorrere. Il calcio italiano negli ultimi anni ha tentato, grazie alla creazione dei centri federali territoriali, di recuperare il troppo tempo perduto.

Gravissime sono state le ripercussioni di un atteggiamento così neghittoso sul reclutamento di giocatori per la Nazionale maschile. Gli effetti si sono toccati con mano. La stessa cosa potrebbe accadere anche alla Nazionale femminile guidata da Milena Bertolini, salvo mettere a punto programmi e obiettivi con carattere di sistema.

Per il sistema calcio femminile il recupero e la stabilizzazione dei vivai non è che una parte di quel radicamento nel territorio che rappresenta la quintessenza del calcio quando l’attività è incentrata a livello provinciale, come nel caso di club che non siano meri cloni di una società maschile.

Tornando ai vivai, ci sembra intuitivo il fatto che ogni club femminile che voglia intraprendere con criteri di sostenibilità il percorso verso il professionismo, debba essere pienamente consapevole del fatto che le Scuole Calcio – oltre a rappresentare il serbatoio cui dovrebbe attingere ogni società lungimirante – costituiscono la terza agenzia formativa in Italia (nella foto, la squadra Primavera della Florentia San Gimignano).

I club della serie A femminile dovrebbero (devono) sapersi assumersi con responsabilità questo ruolo, dialogando ai massimi livelli con le istituzioni scolastiche e con le famiglie.

Il futuro sarebbe molto più roseo anche per i tifosi, ormai trasformati in canne al vento da un calcio moderno che li ha messi ai margini di un sistema del quale sarebbero (sono) l’architrave.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali3 ore fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: ma sarà vera gloria?

Il passaggio al professionismo ridurrà a dieci il numero dei club iscritti alla Serie A femminile. Una riforma (affrettata?) da...

Editoriali11 ore fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali3 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali3 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi