Connect with us

Pubblicato

il

L’era professionistica della serie A Femminile è ormai alle porte, ma le linee guida istituzionali che portano in questa direzione ancora non ci sono. In questo contesto si inserisce l’intervista rilasciata a L Football da Rebecca Corsi (nella foto, tratta da Empoli Channel), presidentessa dell’Empoli Ladies, che esprime forti perplessità su questo epocale passaggio e apre la porta a un dibattito che appare sempre più urgente e necessario >>> “In Serie A Femminile il professionismo è sostenibile?”

Quando ci si trova nell’imminenza di transizioni così ardue, occorre puntare il dito sulle criticità di una categoria che sembra pronta fino a un certo punto ad attraversare il guado. In particolare servono progetti coerenti, che assicurino sostenibilità economica in un momento di grave crisi finanziaria determinata dalla pandemia. In questo senso Rebecca Corsi è stata un’apripista. Il dibattito è aperto.

I contributi degli addetti ai lavori diventano indispensabili. Secondo Calciopress le criticità da affrontare a monte sono davvero numerose. Se lasciate irrisolte rischiano di inficiare il progetto prima ancora che parta. Il punto focale è che:

I diritti contenuti nella Riforma dello Sport voluta dal ministro Spadafora – su cui di fatto si fondava la transizione allo status professionistico della Serie A Femminile – sono stati smantellati dal Governo Draghi. L’intera riforma è slittata al 31 dicembre 2023. Se ne riparlerà nel 2024 >>> LEGGI QUI. La FIGC del presidente Gabriele Gravina confermerà il professionismo della serie A Femminile a partire dalla stagione 2022-23 oppure lo rinvierà?

A prescindere, sul tappeto ci sono numerosi altri temi cruciali:

  • La strada verso il professionismo è un processo fisiologico e naturale, tuttavia al momento manca una progettualità che riesca a sostenerne le ragioni. Il rischio incombente è correre verso una meta senza sapere poi dove andare.
  • Manca del tutto, al sistema calcio-femminile un sostegno economico strutturale. Le risorse che attualmente provengono dai diritti televisivi e commerciali sono insufficienti a coprire anche soltanto il 5% del costo medio per gestire una stagione di Serie A.
  • Occorrerebbe mettere a confronto tutte le componenti del sistema calcio femminile, che non sono per niente omogenee, cercando di analizzare i numerosi punti deboli di questo percorso.
  • L’ostacolo principale per attivare gli strumenti di sistema necessari per sostenere il passaggio a un professionismo stabile e sostenibile della Serie A Femminile è la mancata introduzione della ripartizione dei ricavi derivanti dalla vendita collettiva dei diritti audiovisivi.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali2 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Opinioni2 mesi fa

Serie A Femminile: quando le gerarchie contano. Dopo tre giornate classifica spaccata in due

In un campionato con dodici squadre e appena 22 partite da giocare, tre giornate contano parecchio. La classifica è già...

Editoriali3 mesi fa

Serie A Femminile, a proposito di professionismo e di azionariato diffuso a Napoli

Non siamo nati ieri. Tutti sappiamo che il gioco del calcio non è solo un gioco, ma è anche un’azienda....

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi