Connect with us

Pubblicato

il

Partite 8a giornata Serie A TimVision 2021-22
Venerdì 05/11/2021

L’8a giornata della Serie A TimVision si apre di venerdì, a Bogliasco, con la sfida tra la Sampdoria di Cincotta e la Juventus capolista che martedì prossimo alle 21 sarà impegnata nella delicata sfida di Champions League contro il Wolfsburg.

  • SAMPDORIA WOMEN – JUVENTUS WOMEN 0-1

E’ il primo incrocio tra le due squadre in Serie A. Tra le blucerchiate si nota subito l’assenza dal 1′ di Tarenzi che parte dalla panchina ma anche il leggero turnover operato da Montemurro. Nel primo tempo la Sampdoria si rivela molto attenta a chiudere ogni spazio, consapevole della forza delle bianconere che vengono dal successo per 2-1 in trasferta contro l’Inter. La Juventus non gioca a ritmi altissimi e soprattutto nella prima frazione non riesce a infrangere il ‘muro’ blucerchiato che ha concesso molto poco. Bianconere sempre attente e pulite nel gioco e in fase di non possesso ma la Sampdoria prova a crearsi un varco approfittando di un retropassaggio calibrato male: Helmvall insegue il pallone ma Peyraud-Magnin rimedia e fa sua la sfera. Proprio Helmvall aveva segnato alla Juventus due gol in tutte le competizioni dall’inizio della scorsa stagione (entrambi però con la maglia della Pink Bari). Lato Juve, si registrano un paio di occasioni per Staskova e un’altra per Caruso sul finire del primo tempo; la Samp però tiene, resiste e torna negli spogliatoi dopo 45 minuti sul punteggio di 0-0. Un dato insolito per le due formazioni che in questo campionato sono quelle che hanno segnato più gol nei primi 15 minuti di gioco. Nel secondo tempo al 60′ arriva la prima grande occasione del secondo tempo per la Juventus. Caruso cerca il gol in acrobazia, dopo un calcio d’angolo, provando a raccogliere con una rovesciata il pallone. La conclusione però finisce alta sopra la traversa. Il gol che sblocca la partita arriva però al 75′ grazie al tiro preciso di Cernoia che spiazza Babb. All’88 la Juve va vicina alla rete del 2-0 con Girelli ma stavolta è Fallico che impedisce alle bianconere di raddoppiare. Negli ultimissimi minuti si cambia fronte in continuazione e la gara resta accesissima perché la Sampdoria non si arrende fino all’ultimo, anche con Bargi che però trova la risposta di Peyraud-Magnin. Ripartenze e squadre lunghe ma alla fine la gara si chiude con l’1-0 per la Juventus che raggiunge quota 32 vittorie consecutive e si conferma sempre in testa alla classifica. La Samp resta momentaneamente al quinto posto, a 12 punti come l’Inter ma con una partita in più.

Sampdoria  Women – Juventus Women 0-1 (0-0)
75′ Cernoia

Sampdoria Women(4-3-3): Babb; Boglioni (46′ Novellino), Auvinen, Spinelli, Bursi; Musolino (52′ Rincon), Giordano, Fallico; Battelani (86′ Lopez), Helmvall (85′ Carrer), Carp (46′ Bargi).  A disp.: Tampieri, Bazzano, Tarenzi, Gardel. All. Cincotta. 

Juventus Women (4-3-3): Peyraud-Magnin; Hyyrynen, Gama (62′ Salvai), Lenzini, Nilden; Caruso (74′ Girelli), Zamanian, Cernoia (90+1′ Beccari); Bonfantini, Staskova (90+1′ Pfattner), Hurtig (62′ Pedersen). A disp.: Aprile, Lundorf, Rosucci, Bonansea. All. Montemurro. 

Arbitro: Luciani di Roma 1

Partite 8a giornata Serie A TimVision 2021-22
 Sabato 06/11/2021

Dopo l’anticipo del venerdì tra Sampdoria e Juventus (vinto dalle bianconere per 1-0), l’8a giornata di Serie A TimVision prosegue di sabato con Hellas Verona-Roma e Fiorentina-Inter.  Due vittorie esterne. La Roma maramaldeggia in casa dell’Hellas. La Fiorentina va sotto di due reti nel primo tempo e lo finisce in 10. Recupera due gol, ma poi viene beffata da un  gol di Brustia in pieno recupero.

  • FIORENTINA FEMMINILE – INTER WOMEN 2-3

A Firenze si gioca la sfida tra le due squadre che hanno la percentuale più alta di passaggi riusciti, dopo Roma e Juventus. L’Inter ritrova la vittoria (dopo il ko contro le bianconere della scorsa giornata) e in trasferta contro la Fiorentina si impone con un gol al 93′ per 3-2 contro le viola. Dopo il primo quarto d’ora di gara all’Artemio Franchi, le nerazzurre vengono fuori e iniziano a dimostrarsi più compatte. E tra il 21′ e il 25′ si trovano già sul 2-0. Prima segna Bonetti che stoppa il pallone di petto, se lo sistema e calcia, gonfiando la rete. Appena quattro minuti dopo è Simonetti che raddoppia con un gran gol al volo al termine di una bella azione manovrata delle nerazzurre. Inserimento e tiro col destro di prima intenzione a spiazzare Schroffenegger. Un primo tempo sofferto dalle viola che chiudono la prima frazione sotto di due gol e in dieci, vista l’espulsione di Breitner. Dopo l’intervallo però la Fiorentina riparte con la voglia di riaprire la gara, nonostante l’inferiorità numerica, e al 52′ Sabatino approfitta dell’uscita non perfetta di Durante (e della disattenzione della difesa nerazzurra) e segna la rete del 2-1. Sempre Sabatino colpisce ancora le nerazzurre e firma la doppietta per la momentanea rimonta e porta le viola sul 2-2. L’Inter adesso è la squadra a cui Sabatino ha segnato più gol con la maglia della Fiorentina in Serie A; contro le nerazzurre infatti è arrivata la sua prima doppietta in viola nel massimo campionato, una rete nell’ultimo incrocio dello scorso gennaio e altri due gol in questa 8a giornata. Ma in pieno recupero, al 93′, Brustia salva l’Inter e realizza il gol del definitivo 3-2 nerazzurro. La reazione viola non è bastata per conquistare la rimonta e l’Inter conquista tre punti importanti che le permettono di superare la Sampdoria in classifica, raggiungendo il quinto posto.

Fiorentina Femminile – Inter Women 2-3 (0-2)
21′ Bonetti (I), 25′ Simonetti (I), 52′, 84′ Sabatino (F), 93′ Brustia (I)

Fiorentina Femminile (3-5-2): Shoffenegger; Vigilucci (46′ Monnecchi), Tortelli, Kravets; Vitale, Breitner, Mascarello, Huchet (68′ Neto), Cafferata (46′ Baldi); Sabatino, Lundin. A disposizione: Forcinella, Piemonte, Zazzera, Tasselli, Martinovic, Ceci. Allenatore: Patrizia Panico.

Inter Women (4-4-2): Durante; Sanstenvold, Kathellen, Alborghetti, Merlo; Csiszar (82′ Landstrom), Karchouni, Simonetti, Pandini (82′ Brustia); Nchout (82′ Marinelli), Bonetti (69′ Polli). A disposizione: Pavan, Santi, Vergani, Gilardi, Regazzoli. Allenatore: Rita Guarino.

  • HELLAS VERONA WOMEN -ROMA FEMMINILE 1-5

Allo Stadio Comunale di Vigasio per il Verona è dura uscire dalla propria metà campo; la Roma fa pressing alto e ogni volta che le gialloblù provano a ribaltare la situazione non sono sempre precise e lasciano alle giallorosse tempi e spazi per poter ripartire e spostare di nuovo il baricentro del gioco. Il Verona è la squadra che ha subìto più reti da palla inattiva in questo campionato ma dopo nemmeno 10 minuti di gara incassa il primo gol su azione. Paloma Lazaro raccoglie il cross di Glionna e col tacco gira la palla in rete. Gara dunque subito in salita per il Verona e Roma galvanizzata dal bel gol della spagnola. Al 27′ arriva il raddoppio delle giallorosse: secondo gol in campionato per Giugliano (dopo quello contro il Napoli) che resiste alla pressione di De Santis e batte Keizer. Al 33′ si fa vedere il Verona: Rognoni ci prova ma arriva puntuale la risposta di Ceasar che si allunga in volo e coi guantoni devia la palla che si perde oltre la linea di fondo. Tempo un minuto e, dopo il corner delle gialloblù, la situazione si ribalta: cross di Serturini a cercare una compagna ma in area c’è un fallo di mano e l’arbitro concede calcio di rigore per la squadra di Spugna. Va Andressa dal dischetto e non sbaglia: 3-0 per le giallorosse e secondo gol in campionato anche per la numero 7. Al 43′ è ancora Andressa (su cross sempre di Serturini) a provare la conclusione di prima in porta ma il suo sinistro è troppo alto e termina oltre la traversa. La ripresa si apre ancora con la Roma avanti e le giallorosse trovano il poker con Serturini che fa tutto da sola, percussione sulla fascia e appena vede la porta calcia verso il secondo palo e realizza la rete del 4-0. La ‘manita’ arriva poi grazie all’asse Giugliano-Lazaro che si rinnova: la numero 10 lancia l’attaccante che apre il piatto e scavalca ancora Keizer. Al 78′ Cedeño segna il gol della bandiera per il Verona e conferma l’ottimo momento personale (quattro gol nelle ultime 4 partite). La Roma comunque si conferma ‘bestia nera’ del Verona, visto che aveva vinto già quattro dei sei precedenti in Serie A contro le scaligere che continuano a vivere il loro peggior avvio stagionale in campionato: un solo punto in 8 gare.

Hellas Verona Women – Roma Femminile 1-5 (0-3)
10′, 76′ Lazaro, 27′ Giugliano, 35′ rig. Andressa, 59′ Serturini, 79′ Cedeño

Hellas Verona Women (4-3-3): Keizer; De Sanctis (71′ Rizzioli), Oliva, Ambrosi, Lotti; Jelencic (56′ Nilsson), Rognoni (71′ Pasini), Horvat; Mancuso (56′ Errico), Cedeño, Catelli (56′ Dahlberg). A disp.: Gritti, Ledri, Quazzico, Zoppi. All. Matteo Pachera

Roma Femminile (4-2-3-1): Ceasar; Soffia, Swaby (73′ Pettenuzzo), Linari, Di Guglielmo (58′ Vigliucci); Giugliano, Thaisa (46′ Ciccotti); Glionna, (64′ Corelli) Andressa (64′ Greggi), Serturini; Lazaro. A disp.: Pirone, Bartoli, Ciccotti, Baldi, Pacioni. All. Alessandro Spugna

Arbitro: Domenico Leone
Assistenti: Nicolò Moroni – Matteo Taverna

Partite 8a giornata Serie A TimVision 2021-22
 Domenica 07/11/2021

Il Sassuolo torna a vincere. Il Milan piega l’Empoli, colpo del Napoli al 93’. Le neroverdi battono 4-2 il Pomigliano e mantengono il secondo posto. Segue il Milan dopo l’1-0 sull’Empoli. Rocambolesco 3-4 tra Lazio e Napoli.

  • LAZIO WOMEN – NAPOLI FEMMINILE 3-4

Il Napoli vince all’ultimo in casa della Lazio. Le campane sono subito pericolose con Chatzinikolau e all’11’ Erzen firma il vantaggio, ritrovando un gol che in Serie A le mancava da oltre due anni (novembre 2019). La reazione delle biancocelesti è immediata: pareggio su rigore di Martin (fallo su Visentin) e raddoppio subito con Cuschieri, alla prima rete in campionato. Visentin e Acuti sprecano succulente occasioni da gol, ma poi al 58’ il Napoli pareggia: siluro dai 25 metri di Eleonora Goldoni, palla all’incrocio, Natalucci la sfiora appena. La Lazio si riporta avanti al 68’, con un altro rigore trasformato da Martin, ma al 71’ in una mischia in seguito a un calcio d’angolo, Rutella vede un tocco con il braccio di Heroum e fischia il terzo penalty di giornata. Goldoni trasforma e sigla la sua personale doppietta, la prima in carriera in Serie A. Tutto pare indirizzato verso uno spettacolare 3-3, ma al 93’ Sara Tui sfonda sulla destra e serve Porcarelli, controllo e destro alle spalle di Natalucci. 3-4 e festa per il Napoli, che condanna la Lazio all’ottava sconfitta su otto gare.

Lazio Women – Napoli Femminile 3-4 (2-1)
11’ Erzen (N), 15’ rig. e 68’ rig. Martin (L), 18’ Cuschieri (L), 58’ e 72’ rig. Goldoni (N), 93’ Porcarelli (N)

Lazio Women (4-2-3-1): Natalucci; Heroum, Falloni, Savini, Labate; Castiello, Di Giammarino; Cuschieri (91’ Mastrantonio), Martin, Pittaccio (74’ Pezzotti); Visentin. A disp.: Guidi, Foerdos, Santoro, Mattei, Berarducci, Foletta. All.: Massimiliano Catini

Napoli Femminile (3-4-3): Aguirre; Garnier, Corrado (74’ Imprezzabile), Abrahamsson; Erzen, Sara Tui, Colombo (54’ Capitanelli), Goldoni; Toniolo (54’ Kuenrat), Chatzinikolaou (54’ Porcarelli), Acuti. A disp.: Chiavaro, Zavarese, Blanco, Popadinova, Severini. All.: Alessandro Pistolesi

Arbitro: Daniele Rutella (sez. Enna)

  • MILAN FEMMINILE – EMPOLI LADIES 1-0

Successo del Milan, che vince di misura su un Empoli tosto e compatto grazie alla rete nella ripresa di Giacinti e sale a quota 19 punti, al terzo posto della classifica. Nel primo tempo l’Empoli contiene benissimo gli attacchi rossoneri. Meglio la squadra lombarda nel possesso palla, ma la formazione toscana non si limita a contenere, provando a colpire con fulminee ripartenze. Lo 0-0 della prima frazione si sblocca al 68’: cross di Bergamaschi da destra, Ciccioli non trattiene palla e Giacinti come un rapace anticipa tutte e non fallisce il tap-in. L’Empoli nel finale prova a reagire, ma l’ultima chance si spegne sul destro di Tamborini sugli sviluppi di un angolo: salvataggio sulla linea e tre punti alle rossonere.

Milan Femminile – Empoli Ladies 1-0 (0-0)
68’ Giacinti

Milan Femminile (3-4-2-1): Korenciova; Agard, Fusetti, Codina; Bergamaschi, Grimshaw, Adami, Tucceri Cimini; Thomas (81’ Selimhodzic), Longo; (52’ Giacinti); Stapelfeldt (52’ Janusaite). A disposizione: Giuliani, Arnadottir, Rizza, Cortesi, Miotto, Mauri. Allenatore: Ganz

Empoli Ladies (4-4-2): Ciccioli; Olivero Knoll, Mella, De Rita; Nocchi (80’ Monterubbiano), Cinotti (58’ Silvioni), Bellucci (80’ Tamborini), Prugna; Dompig, Bragonzi. A disp.: Capelletti, Morreale, Silvioni, De Matteis, Sacchi, Binazzi, Nichele. Allenatore: Ulderici.

  • SASSUOLO FEMMINILE – POMIGLIANO FEMMINILE 4-2

Successo casalingo del Sassuolo, che si impone 4-2 sul Pomigliano e mette così alle spalle la sconfitta subita dalla Roma nell’ultimo turno di campionato. Le neroverdi vanno avanti di due reti nel primo tempo, legittimando l’evidente supremazia tecnica. Al 14’ cross al bacio da sinistra di Bugeja, Benedetta Brignoli tutta sola in mezzo all’area infila Cetinja in controbalzo, firmando la sua prima rete in Serie A. Al 29’ raddoppia Lana Clelland: palla persa in uscita da Cox, la palla arriva alla scozzese, che sola in area esplode un destro imparabile e mette a referto la quarta rete stagionale. Ad inizio ripresa, però, arriva la reazione veemente del Pomigliano, che nel giro di cinque minuti rimette in equilibrio la gara: al 52’ Cox, sugli sviluppi di un angolo, infila Lemey, al 57’, sempre da corner, amnesia difensiva del Sassuolo, mischia in area e deviazione sfortunata di Brignoli. Autorete e 2-2. Le neroverdi di Piovani non ci stanno e nel finale tornano avanti: Kamila Dubcova si procura (fallo proprio di Luik) e trasforma un calcio di rigore al 79’, e all’87’ la solita Sofia Cantore (sei gol in campionato) trova un bolide dalla distanza che chiude il poker e sancisce il 4-2 finale. Sassuolo secondo a quota 21 punti, dietro alla sola Juventus.

Sassuolo Femminile – Pomigliano Femminile 4-2 (2-0)
14’ Brignoli (S), 29’ Clelland (S), 52’ Cox (P), 57’ aut. Brignoli (P), 79’ rig. Dubcova (S), 87’ Cantore (S).

Sassuolo Femminile (4-3-3): Lemey; Santoro (82’ Orsi), Filangeri, Dongus, Philtjens; Dubcova, Mihashi, Brignoli (2’ Ferrato); Cantore, Clelland (62’ Iriguchi), Bugeja (57’ Parisi). A disposizione: Lauria, De Bona, Parisi, Pondini, Pellinghelli, Cambiaghi, Iriguchi. Allenatore: Piovani

Pomigliano Femminile (4-2-3-1): Cetinja; Tudisco, Luik, Cox, Fusini; Ferrario (9’ Puglisi), Ferrandi; Banusic (65’ Ippolito), Vaitukaityte, Moraca (88’ Massa); Salvatori Rinaldi. A disposizione: Russo, Apicella, Capparelli, Panzeri, Ejangue Siliki. All.: Panico

Arbitro: Sig, Virgilio di Trapani
Assistenti: Sig. Torresan di Bassano del Grappa, Sig. Laghezza di Mestre
IV Uomo: Sig. Eremitaggio di Ancona

Partite 9a giornata di Serie A TimVision 2021-22
Sabato 13 e domenica 14 novembre

Juventus-Lazio
Sabato 13 novembre ore 12.30, diretta TimVision

Napoli-Sassuolo
Sabato 13 novembre ore 14.30, diretta TimVision

Roma-Fiorentina
Sabato 13 novembre ore 14.30, diretta TimVision

Pomigliano-Milan
Domenica 14 novembre ore 12.30, diretta TimVision

Empoli-Sampdoria
Domenica 14 novembre ore 14.30, diretta TimVision

Inter-Hellas Verona 
Domenica 14 novembre ore 14.30, diretta TimVision

⏩  Serie A Femminile in un solo click: cronaca e tabellini / partita per partita / giornata per giornata

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali23 ore fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: ma sarà vera gloria?

Il passaggio al professionismo ridurrà a dieci il numero dei club iscritti alla Serie A femminile. Una riforma (affrettata?) da...

Editoriali23 ore fa

La Serie A Femminile passerà a 10 club: Morace storce il naso

Carolina Morace ha scelto di prendere parte a “Campionesse“, la docuserie di Rakuten Tv disponibile dal 2 dicembre che racconta...

Editoriali4 settimane fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali4 settimane fa

La Serie A verso il professionismo e il modello del Napoli Femminile

La lettera aperta indirizzata il 2 settembre scorso alla ct della Nazionale, Milena Bertolini, dal presidente del Napoli Femminile Raffaele...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile nel guado: professionismo e anima dilettantistica

La transizione verso lo status di tipo professionistico della Serie A Femminile è ormai un dato di fatto. La ristrettezza...

Editoriali2 mesi fa

Juventus Women, Braghin e una certa visione di futuro del calcio femminile italiano

Stefano Braghin ha percorso un cammino straordinario da quando è alla barra di comando del club bianconero. Il passaggio del...

Calciomercato2 mesi fa

Il talento di Sofia Cantore, una vera ‘predestinata’

Quando l’estate scorsa Sofia Cantore approdò alla Florentia, in prestito dalla Juventus Women grazie ai buoni uffici del direttore generale...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi