Connect with us

Pubblicato

il

     Il calcio è diventato un prodotto usa e getta, (s)venduto alle pay tv, trasformato in una specie di caravanserraglio. La passione genuina dei tifosi è stata messa a dura prova, gli stadi si sono progressivamente svuotati.

     Riannodare i fili della memoria ci riporta indietro nel tempo quando il calcio girava intorno ai tifosi, come la musica che usciva dai vinili che sono tornati di gran moda. Non è certo un caso.

     Giorgio Moroder, compositore altoatesino autore di strepitose colonne sonore e vincitore di un premio Oscar (*), ha detto: “Niente è paragonabile a tenere in mano un disco in vinile, farlo scivolare fuori dalla custodia, soffiare via la polvere, posizionarlo sotto la puntina. Niente equivale a quel frammento di secondo prima che inizi la musica”.

     Le note di un vinile le senti girare intorno prima ancora che comincino a irradiarsi nell’aria. La vera musica nasce da lì.

     Quando troviamo il coraggio di schiodarci dal divano per andare a godere una partita dal vivo, in uno stadio vero e non su uno schermo piatto, niente equivale ancora oggi “a quel frammento di secondo prima”.

     ‘Quel frammento’ al quale si riferisce Moroder è l’attimo che precede il momento in cui la nostra squadra del cuore uscirà dal tunnel degli spogliatoi, si schiererà al centro del campo, mostrerà con spavalderia le maglie che ci portiamo  da una vita nella mente e nel cuore.

     La Serie A Femminile, che si appresta a entrare nel professionismo, sarebbe (anzi è) chiamata a riportare i tifosi al centro del sistema.

Nella foto: tifosi del Centro Storico Lebowski (club di Firenze che gioca nel campionato di Promozione).

(*) per “Take my breath away“, dal film ‘Top Gun‘, 1986.

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile, occorre ossigeno: in campo la ‘meglio gioventù’

✅ Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile rende ineludibile il potenziamento dei settori giovanili 👉🏾 “Serie A Femminile  e...

Opinioni1 mese fa

Il senso dei tifosi per il calcio

Il calcio è uno sport bellissimo. Per le intrinseche dinamiche del gioco, ma anche per la valenza sociale e la...

Editoriali1 mese fa

La Serie A Femminile scende a 10 club dal 2022-23: è una riforma affrettata?

👉🏽 La Divisione Calcio Femminile presieduta da Ludovica Mantovani, con il passaggio al professionismo, ha deciso che la serie A...

Editoriali1 mese fa

Serie A Femminile: fra sostenibilità economica e ‘sofferenza’ del calcio italiano

✅ La crisi post-pandemica sta falcidiando i bilanci dei club europei. In misura ancora più significativa di quelli italiani, i...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo, serve subito un progetto: se non ora, quando?

Il passaggio al professionismo della Serie A Femminile comporta l’entrata in un sistema calcio ormai alla canna del gas. Per...

Editoriali2 mesi fa

Serie A Femminile e professionismo: sarà il migliore di tutti i tempi?

L’incipit di 👉🏾 “A tale of two cities” offre un’idea suggestiva della dicotomia all’interno della quale continua a muoversi il...

Editoriali2 mesi fa

Il calcio va in tilt: la Serie A Femminile e nuovi modelli di professionismo

La Serie A Femminile, con il passaggio al professionismo, si appresta a entrare in un sistema ormai alla canna del...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi