Connect with us

Pubblicato

il

La Serie A femminile, per assicurarsi una sostenibilità nel medio-lungo termine, ha bisogno di occupare uno specifico spazio nell’immaginario collettivo e di catturare l’interesse della gente.

Il movimento rosa ha fin qui praticato quella che Eduardo Galeano chiama “l’arte dell’imprevisto”. Ha messo insieme un filone inesauribile di storie (nella foto, Martina Rosucci), molte delle quali tuttora misconosciute alla massa degli sportivi. Perchè il calcio femminile, di (belle) storie da raccontare, ne ha sempre avute a iosa. Fin dalle sue origini.

Ora che la Serie A è entrata nell’era professionistica, è ancora più impellente l’esigenza di diffondere queste ‘storie’. C’è da catturare un interesse mediatico che ancora stenta a farsi largo. Non ci si può affidare alla trasmissione in streaming delle partite di campionato su TimVision e di una sola gara in chiaro su La7.

Per rendere il progetto duraturo ci sono tifoserie da coagulare attorno alla componente femminile dei club, visto che si è scelta una strada che rischia di trasformarli in (sbiaditi) cloni del modello maschile.

C’è, inoltre, da sostenere e da accompagnare il definitivo decollo di un sogno che legioni di ragazze hanno coltivato e realizzato sfangando (nell’indifferenza generale?) sui campi di calcio di tutta Italia.

Gli addetti ai lavori facciano la loro parte, senza limitarsi a un cronachismo sterile come pure al solito gossip di genere. Non è di questo che ha bisogno il movimento femminile. Serve trovare ‘storie’ non banali, capaci di calamitare e incrementare l’interesse dei tifosi.

Non basta più praticare l’arte dell’imprevisto, anche se il calcio ne sarà sempre e comunque condizionato. Si tratta di programmare il futuro nei dettagli. Anche quelli, in apparenza, minimi e di contorno.

👉🏿 “Per quanto i tecnocrati lo programmino perfino nei minimi dettagli, per quanto i potenti lo manipolino, il calcio continua a voler essere l’arte dell’imprevisto” (Eduardo Galeano)

Annuncio pubblicitario

OPINIONI

Opinioni18 ore fa

La Juventus si riprende il talento di Sofia Cantore: sarà qualcosa di travolgente?

👉🏾 Questo articolo era stato pubblicato da Calciopress nel luglio 2022, a futura memoria. Lo riproponiamo, perchè Sofia Cantore ha...

Opinioni3 settimane fa

Coppa Italia Femminile: per conoscere meglio i 16 club di una serie B ad alto potenziale

Domenica 11 settembre prende il via la prima giornata della Fase a Gironi di Coppa Italia Femminile ➡️ il programma....

Opinioni4 settimane fa

Serie B Femminile: è possibile l’impresa di far concorrenza alla Serie A?

Da subito Calciopress ha ritenuto opinabile e affrettata la scelta di entrare nell’era professionistica del calcio femminile con una Superlega...

Editoriali1 mese fa

La Nazionale, la Serie A e il professionismo: la lunga estate calda del calcio femminile

Un’estate torrida come non mai. Un caldo infinito, iniziato già a maggio. Roba che, alla lunga, dà alla testa. Non...

Opinioni1 mese fa

Calcio femminile e ‘grande storia’ dei club: solo il tifo non è negoziabile

Il calcio è uno sport bellissimo, a prescindere dal genere. La sua valenza sociale riposa nella trasversalità del tifo, che...

Nazionale2 mesi fa

Nazionale Femminile: il supporto Rai è stato un ‘flop’ per la crescita del movimento?

La Rai ha puntato molto sulla Nazionale Femminile. Secondo Andrea Fagioli, opinionista di ‘Avvenire, è stato un flop mediatico ➡️...

Editoriali2 mesi fa

Campionato Europeo: se il calcio femminile diventa qualcosa di travolgente

✅ Inghilterra-Svezia di ieri sera è stata gioia pura per gli occhi. La ciliegina sulla torta? Il magnifico gol di...

Annuncio pubblicitario

Articoli del Mese

Copyright © Calciopress.net - Testata giornalistica reg. Trib. di Firenze atto 5591 del 04/07/2007 Direttore: Sergio Mutolo - Vicedirettore: Stefano Cordeschi