Champion’s Women, la Juventus è piegata di misura a Londra: ma la sconfitta pesa

La Juventus esce sconfitta di misura in casa dell’Arsenal. Un’avversaria molto forte. Una prestazione sottotono delle bianconere. Un risultato che complica parecchio la qualificazione.

È la prima volta in stagione che la squadra di Montemurro perde in Europa. La sua ex squadra è la bella copia di quella vista nella gara d’andata giocata allo Stadium. L’1-0 non rispecchia il dominio delle Gunners, che avrebbero potuto ripetersi in rete più volte durante i primi 45 minuti e hanno gestito il match nella ripresa.

Le bianconere hanno deluso in tutti i reparti. Particolarmente negative le prove di Lenzini in difesa e di Girelli (a secco di gol ormai da troppo tempo per non parlare di crisi) all’attacco. Sontuosa la prestazione di Cecilia Salvai (nella foto). Incomprensibili alcuni cambi di Montemurro: Bonfantini per Gurelli all’89’ per fare cosa?

La Juventus è ora terza a quota 5 punti, a cinque di distanze proprio dalle londinesi e a due dal Lione (avversario nell’ultima giornata). Ultimo lo Zurigo ancora a quota zero. Il passaggio del turno è molto in salita.

Arsenal – Juventus 1-0 (1-0)
16′ Miedema

Arsenal (4-2-3-1): Zinsberger; Wienroither; Williamson (63′ Rafaelle), Wubben-Moy, Catley; Walti, Maanum; McCabe, Miedema, Foord (90′ Beattie); Blackstenius (79′ Nobbs). A disp. Marckese, Maritz, Iwabuchi, Agyemang. All. Eidevall.

Juventus Women (4-3-3): Peyraud-Magnin; Lenzini, Sembrant, Salvai, Boattin; Caruso (65′ Cantore), Pedersen (79′ Gunnarsdottir), Grosso; Bonansea (46′ Cernoia), Girelli (89′ Bonfantini), Beerensteyn. A disp. Aprile, Forcinella, Rosucci, Lundorf, Zamanian, Schatzer, Duljan. All. Montemurro.

You may also like

Serie A Femminile e Nazionale Under 16: i settori giovanili saranno uno dei fattori fondanti della crescita?

La grande prova offerta dalla Nazionale Under 16