Divisione Calcio Femminile: partono i controlli della CoViSoF sui club di Serie A

La Divisione Calcio Femminile – con Circolare n. 57 del 12/01/2022 – ha attivato il “Controllo sui pagamenti in favore di calciatrici, allenatori e collaboratori della gestione sportiva con accordo economico depositato” .

 Secondo quanto previsto dall’art. 94 quinquies, comma 12 bis delle NOIF le società di Serie A femminile devono:

  • documentare alla Co.Vi.So.F., secondo le modalità e le procedure stabilite dalla Divisione Calcio Femminile, entro il 28 febbraio di ciascun anno, l’avvenuto pagamento di tutte le somme dovute, per il primo semestre (1° luglio – 31 dicembre) e per le mensilità precedenti ove non assolte prima, in favore di calciatrici, allenatori e collaboratori della gestione sportiva con accordi economici depositati.
  • documentare alla Co.Vi.So.F., secondo le modalità e le procedure stabilite dalla Divisione Calcio Femminile, ai fini dell’ammissione ai campionati di competenza, l’avvenuto pagamento di tutte le somme dovute fino al 31 maggio compreso, in favore di calciatrici, allenatori e collaboratori della gestione sportiva con accordi economici depositati.

In caso di contenzioso le società devono depositare presso la Co.Vi.So.F. la documentazione comprovante la pendenza della lite non temeraria innanzi al competente organo.

 La procedura dovrà essere completata entro e non oltre il 4 marzo 2022.

You may also like

Serie B Femminile: i risultati della 9a giornata consolidano il primato della Lazio

Dopo il pareggio per 2-2 nell’anticipo tra Arezzo