Nazionale Femminile U17, una vera beffa: Portogallo-Italia si chiude 2-1

Per la Nazionale Under 17 Femminile avvio in salita nella seconda fase delle qualificazioni al Campionato Europeo di categoria. A Viseu le Azzurrine perdono 2-1 il match d’esordio con le padrone di casa del Portogallo e vedono allontanarsi il primo posto del girone che vale il pass per la fase finale del torneo continentale in programma dal 3 al 15 maggio in Bosnia Erzegovina.

Portogallo-Italia Femminile U17 2-1
8′ Mariano (P), 86′ Dragoni (I), 94′ rig. Sinas (P)

Italia Femminile Under 17 (4-4-2): Bartalini; Zannini, Sorelli, Zilli, Zanini (87′ Toffano); Dragoni, Schatzer, Cesarini, Renzotti (71′ Berveglieri); Moretti (60′ Bison), Bernardi. A disp.: Di Nallo, G. Zaghini, Tateo, Marchetti, Congia, A. Zaghini. All.: Nazzarena Grilli

Una sconfitta ingiusta e beffarda per l’Italia, che sotto 1-0 per il gol messo a segno all’8’ del primo tempo da Mafalda Mariano, raggiunge il pareggio all’86’ con una bella conclusione dalla distanza della centrocampista dell’Inter Giulia Dragoni per poi capitolare al quarto minuto di recupero, punita dal rigore trasformato da Ines Simas. Un penalty concesso per un presunto fallo di mano di Beatrice Toffano, parato da Viola Bartalini ma fatto ripetere perché a giudizio dell’arbitro, la francese Victoria Beyer, il portiere azzurro non aveva nemmeno un piede sulla linea di porta al momento della battuta. E, come se non bastasse, l’Italia può recriminare anche per i due legni colpiti nella ripresa: il palo di Erin Maria Cesarini sul punteggio di 1-0 per le lusitane e la traversa di Dragoni, ad un passo dalla doppietta dopo il gol del pari, pochi secondi prima del discusso 2-1 del Portogallo.

“Non sono solita cercare alibi – le parole di Nazzarena Grilli – ma in tanti anni una cosa così non l’avevo mai vista”.

Resta la prestazione positiva delle Azzurrine nonostante una partenza ad handicap: “All’inizio le ragazze erano un po’ emozionate e timorose – sottolinea il tecnico – complici una tribuna gremita e un pubblico molto caldo, anche un po’ scorretto visto che il nostro inno è stato fischiato. Dopo aver subito il gol, però, abbiamo preso il pallino del gioco in mano e le occasioni più nitide per segnare le abbiamo avute noi. Siamo riuscite a pareggiare e siamo andate vicine alla vittoria, poi l’arbitro ha fischiato un rigore che probabilmente non c’era e dopo che Viola l’ha parato ha pensato bene di farlo anche ripetere”.

In testa al Gruppo 7 in compagnia del Portogallo ci sono i Paesi Bassi, che nell’altro incontro del girone hanno travolto con un perentorio 11-0 Montenegro.

E proprio le giovani oranje saranno le nostre avversarie sabato (ore 11 locali, 12 italiane): “I Paesi Bassi sono i favoriti – avverte Grilli – ci aspetta una partita molto difficile, ma siamo qui per provarci fino alla fine e dare come sempre il massimo”.

Fonte testo e foto: Figc

You may also like

Serie A Femminile, termina girone d’andata: programma della 10a giornata

La 10a giornata si apre domani alle 12.30